Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Un Tweet della Nato spagnola sulla Turchia imbarazza il governo

Immagine di copertina

Sull'account ufficiale della Nato iberica è stato pubblicato un tweet di sostegno alla Turchia che è poi stato rimosso

Turchia contro i curdi in Siria, un Tweet della Nato iberica imbarazza il governo di Spagna

La ministra degli Esteri spagnola Margarita Robles ha dichiarato il 10 ottobre che la Spagna intende valutare la possibilità di un ritiro di una batteria di missili antiaerei Patriot e di un contingente di 150 soldati, impegnati nella base aerea di Incirlik, al confine tra la Turchia e la Siria dal gennaio del 2015. Il programma terminerà a dicembre di quest’anno e fonti diplomatiche hanno riferito al quotidiano spagnolo El País che già nelle prossime settimane il governo dovrà decidere se mantenere o meno la missione.

“È un’operazione della NATO e in questo scenario esprimiamo la nostra preoccupazione per ciò che sta accadendo. Siamo lì in missione di pace e se esiste un rischio che si arrivi a un’escalation militare, solleveremo questo problema alla NATO per valutare che decisione prendere”, ha dichiarato la ministra Robles. Le forze spagnole sono lì con l’obiettivo di contrastare un ipotetico attacco dalla Siria, all’interno del programma Nato.

Nei giorni scorsi sui social ha fatto molto discutere un tweet della Nato spagnola del 7 ottobre in cui veniva pubblicamente espresso il sostegno alla Turchia nel caso di un aggravarsi delle tensioni militari: “La Nato mira a contribuire alla de-escalation della crisi lungo il confine con la Turchia”: questo il contenuto del messaggio.

turchia siria curdi Spagna Nato Tweet

Il tweet è stato rimosso dall’account ufficiale ma molti utenti hanno salvato degli screenshot del messaggio che sta ancora circolando online. Il messaggio è stato pubblicato poco prima delle 12 del 7 ottobre, dopo che nell’arco della mattinata erano già arrivati i primi annunci di un attacco da parte della Turchia. Nella tarda serata del 6 ottobre, infatti, Stephanie Grisham, responsabile della comunicazione della Casa Bianca, in una dichiarazione diffusa dopo un colloquio telefonico tra il presidente turco Recep Tayyip Erdogan e quello americano Donald Trump, aveva affermato che la Turchia si apprestava a invadere la Siria settentrionale e aveva rinnovato i timori per il destino dei combattenti curdi alleati con gli Stati Uniti nella guerra all’Isis.

Il premier Pedro Sanchez e gli altri esponenti del governo non hanno ancora rilasciato dichiarazioni esplicite al riguardo.

Il partito politico spagnolo Podemos si è invece espresso pubblicamente con un appello al governo e all’Unione europea: ” Consideriamo inaccettabile che il governo spagnolo non si sia pronunciato sulla questione, mentre Francia, Germania, Regno Unito, Italia e Paesi Bassi hanno già condannato l’invasione turca. Inoltre chiediamo che l’Unione europea non si limiti a dichiarazioni a parole come quelle della vicepresidente della Commissione europea Federica Mogherini. Piuttosto esigiamo che l’Unione e il governo spagnolo si impegnino con tutti i mezzi politici, diplomatici e economici per frenare l’invasione turca ed evitare un ulteriore massacro”.

Norvegia e Finlandia sospenderanno l’export di armi verso la Turchia: e l’Italia?
Tutte le armi che l’Italia esporta in Turchia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid
Esteri / Iran, 16enne uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto dell’hijab
Ti potrebbe interessare
Esteri / Qatar, un alto dirigente ammette che i lavoratori morti per preparare i Mondiali sono stati “tra i 400 e i 500”
Esteri / “Diritti tutelati dalla legge”: la Cina si difende dalle accuse di repressione del dissenso per le politiche anti-Covid
Esteri / Iran, 16enne uccisa perché indossava un cappello da baseball al posto dell’hijab
Esteri / Mondiali, famiglie dei calciatori dell’Iran minacciate: “Violenze e torture se manifesteranno ancora contro il regime”
Esteri / Va dall'oculista per un banale controllo agli occhiali e torna a casa cieco
Esteri / Wikileaks, Lula chiede la liberazione di Assange: “Che crimine ha commesso?”
Esteri / Patrick Zaki, udienza aggiornata al 28 febbraio. Gli attivisti: “Memoria difensiva inascoltata”
Esteri / Ucraina, Kiev ripiomba nel buio: “Possiamo garantire la corrente massimo 6 ore al giorno”
Esteri / Un cane ha ucciso il padrone 32enne: ha premuto il grilletto di un fucile carico
Esteri / Assange, cinque grandi giornali del mondo fanno appello a Biden: “Fai cadere le accuse”