Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:56
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Sgarbo a von der Leyen, la Turchia replica: “L’Ue era d’accordo sul protocollo”

Immagine di copertina
Credit: EPA/PRESIDENTAL PRESS OFFICE HANDOUT/ANSA

Fonti di Ankara: "Mancata intesa tra la presidente della Commissione e Michel"

La Turchia ha risposto alle polemiche sull’incidente protocollare avvenuto martedì scorso ad Ankara, dove la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen è rimasta senza una sedia mentre il presidente del Consiglio europeo Charles Michel e il presidente turco Recep Tayyip Erdogan prendevano posto sulle due poltrone con le rispettive bandiere alle spalle, ribadendo che durante l’incontro è stato seguito il “protocollo standard”.

“Protocollo e indicazioni sono state rispettate”, ha dichiarato stamattina il ministro degli Esteri turco Mevlut Cavusoglu, respingendo le accuse giunte dall’Europa. “Abbiamo subito accuse e attacchi ingiusti, la Turchia non è un Paese che riceve ospiti per la prima volta. Il protocollo è stato rispettato alla lettera e non abbiamo mai fatto mancare la nostra ospitalità, in questa come in tutte le altre occasioni”.

“Le unità” responsabili del protocollo di Turchia e Ue “si sono incontrate prima della visita e le loro richieste sono state soddisfatte”, ha detto il capo della diplomazia di Ankara in una conferenza stampa con il suo omologo del Kuwait, Ahmad Nasser Al Mohammad Al Sabah. All’Ansa, fonti governative turche hanno ribadito che “durante la visita è stato seguito il protocollo standard. La presidente della Commissione europea non è stata trattata in modo diverso. Né la delegazione Ue ha chiesto una diversa disposizione. In questa situazione, ci saremmo aspettati che i due ospiti si fossero accordati tra loro“.

L’incidente di protocollo accaduto a von der Leyen in Turchia è stato oggetto di molte critiche ed è stato ribattezzato sui social “Sofagate“. La presidente della Commissione europea, infatti, lasciata senza una poltrona, è stata costretta a sedersi sul divano. La scena è ripresa in un video diventato virale in cui si sente un mugugno di disappunto da parte di von der Leyen.

Ieri sera il presidente del Consiglio europeo Michel si è detto “dispiaciuto di essere sembrato indifferente” su quanto accaduto a von der Leyen in Turchia, e ha aggiunto che “in quel momento, pur percependo la natura deplorevole della situazione, abbiamo scelto di non peggiorarla con un incidente pubblico, e di privilegiare in questo inizio di riunione la sostanza della discussione politica che stavamo per iniziare”.

Leggi anche: 1. Erdogan riceve i vertici Ue, ma non riserva la sedia d’onore a Ursula von der Leyen /2. “Dispiaciuto di essere sembrato indifferente”: il post del presidente del Consiglio europeo Michel dopo lo sgarbo a von der Leyen ad Ankara

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”