Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:12
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Si dimette l’assistente personale di Trump, Madeleine Westerhout: “Ha violato privacy con media”

Immagine di copertina
Madeleine Westerhout. Credit: TIMOTHY A. CLARY / AFP

La giovane assistente personale del presidente avrebbe rivelato alcune informazioni sulla vita privata del presidente ai giornalisti, senza precisare che non erano pubblicabili

Si dimette l’assistente personale di Trump, Madeleine Westerhout: “Ha violato privacy con media”

L’assistente personale del presidente americano Donald Trump, Madeleine Westerhout, ha rassegnato le dimissioni. Lavorava al fianco di Trump dal giorno del suo insediamento alla Casa Bianca.

A dare la notizia è una fonte della Cnn, che conferma le prime indiscrezioni al riguardo diffuse dal New York Times.

Secondo il newtwork americano, Westerhout ha lasciato il suo incarico giovedì dopo che il presidente Trump è venuto a sapere che lei aveva condiviso informazioni sulla sua famiglia e sulla Casa Bianca durante un cena con i giornalisti in un hotel vicino al suo resort di golf di Bedminster, nel New Jersey, senza premettere che le sue dichiarazioni erano “off the record”, vale a dire riferite in via confidenziale e quindi non pubblicabili.

Trump avrebbe contestato alla Westerhout la violazione del patto di riservatezza. Come ricorda infatti alla Cnn un ex funzionario della Casa Bianca, il presidente è particolarmente attento a mantenere riservate le informazioni sulla sua vita privata.

Madeleine Westerhout, 29 anni, aveva lavorato per la campagna presidenziale del 2012 di Mitt Romney. Trump l’aveva assunta come assistente personale dandole accesso completo a lui, alla sua famiglia e all’ufficio ovale. Come assistente speciale del presidente guadagnava circa 145 mila dollari all’anno.

La notizia delle dimissioni di Westerhout ha fatto il giro del mondo sui social network, dove la giovane assistente pubblicava foto scattate dentro la Casa Bianca, durante i viaggi presidenziali o nelle proprietà di Trump.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”
Esteri / Iran, uccise la fidanzata a 17 anni: impiccato 25enne. Amnesty: “Ha confessato sotto tortura”