Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Trump nega di aver raggiunto un accordo con i democratici sul Daca

Immagine di copertina
Credit: Kevin Lamarque

Due leader democratici del Congresso statunitense hanno reso noto di aver raggiunto un accordo con Trump per lavorare sulla legislazione che protegge i “dreamers”, ma il presidente smentisce

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha negato di aver raggiunto un accordo con due leader democratici del Congresso per lavorare insieme sulla legislazione che protegge i “dreamers”, gli immigrati irregolari entrati negli Stati Uniti da minorenni seguendo i propri genitori.

Il raggiungimento dell’accordo era stato annunciato dai parlamentari mercoledì 13 settembre, dopo una cena con Trump alla Casa Bianca durante la quale si è discusso del Daca (Deferred Action for Childhood Arrivals), il programma voluto da Obama per regolarizzare la posizione dei dreamers e abrogato lo scorso 5 settembre.

Alla Casa Bianca si erano recati il capo dei democratici al Senato Chuck Schumer e la leader dei democratici alla Camera dei rappresentanti Nancy Pelosi.

“Abbiamo accettato di salvaguardare rapidamente le protezioni del Daca ed elaborare un pacchetto di sicurezza delle frontiere, escluso il muro (con il Messico, ndr), che sia accettabile da entrambe le parti”, avevano reso noto Schumer e Pelosi in una dichiarazione riportata da Reuters.

La Casa Bianca ha però successivamente negato che il muro sia stato escluso dalle proposte.

Inoltre, il presidente Trump in un tweet ha scritto che nessun accordo è stato raggiunto sul Daca. “Una massiccia sicurezza ai confini avrebbe dovuto essere accettata in cambio del consenso” al programma per gli immigrati. Con una serie di tweet successivi Trump ha detto di essere favorevole alla regolarizzazione dei migranti, ma che questa non può prescindere da una maggiore sicurezza ai confini.

In passato i democratici hanno garantito che voteranno in senso contrario a qualsiasi legge che disponga i finanziamenti per il muro al confine tra Messico e Stati Uniti promesso da Trump durante la campagna elettorale. Anche molti repubblicani al Congresso sono contrari a questi finanziamenti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Esteri / Nonna si tatua tutto il corpo (tranne il viso): “Orgogliosa di essere una tela vivente”
Esteri / Stati Uniti, abbattuto il pallone-spia cinese. La Difesa: “Sorvegliava siti strategici”
Esteri / La svolta autoritaria di Netanyahu rischia di trasformare Israele in una democratura
Esteri / Dal gas ai fertilizzanti: così la guerra di Putin sconfina nel Sahara
Esteri / Ucraina, Corea, Taiwan, Africa, Medio Oriente: ecco tutte le guerre di cui dovremo preoccuparci nel 2023
Esteri / In Ucraina la strada verso l’escalation è lastricata di armi (di S. Mentana)
Esteri / Furto a luci rosse in Spagna: rubati sex toys placcati in oro 24 carati