Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Una tribù amazzonica che vive in totale isolamento è stata fotografata per caso

Immagine di copertina

Il fotografo brasiliano Ricardo Stuckert ha ritratto, casualmente, una tribù amazzonica dopo che l'elicottero sul quale volava ha cambiato rotta a causa di un temporale

Il fotografo brasiliano Ricardo Stuckert ha fotografato, casualmente, una tribù amazzonica che vive in totale isolamento, dopo che l’elicottero sul quale volava per fare un reportage su altre tribù ha cambiato rotta a causa di un temporale.  

“Ho preso la macchina fotografica e ho iniziato a fotografare”, ha detto il fotografo. “Non ho avuto molto tempo per pensare a quello che stava accadendo”.

Si è trattato di un momento di fortuna per Stuckert, che ha immortalato un piccolo gruppo di persone, di cui uno armato di arco. In Brasile vivono almeno 80 tribù in totale isolamento, ma la loro esistenza è minacciata da tagliaboschi illegali, minatori e trafficanti di droga. 

Gli uomini sembravano coperti da una vernice rossastra, un metodo per preservarsi dal freddo. 

Almeno tre tribù vivono in totale isolamento nello stato brasiliano di Acre, ha spiegato al Guardian José Carlos Meirelles, un esperto di popolazioni indigene del Brasile, che si trovava anche lui sull’elicottero.

Nel 2014 una quarta tribù isolata dello stato di Acre, la tribù Txapanawa, è entrata contatto con una spedizione di antropologi. Alcuni di loro, ha raccontato Meirelles – che ha 40 anni di esperienza con i popoli indigeni e ora lavora per il governo dello stato Acre – pensavano che gli elicotteri fossero qualcosa di magico, o enormi uccelli, e non riuscivano a immaginare che dentro potessero esserci delle persone.

La tribù, di cui nessuno conosce il nome, è composta da almeno 300 persone, che coltivano banane, patate dolci, manioca e arachidi e praticano caccia e pesca. 

“Li chiamiamo gli indiani delle sorgenti del fiume Humaita”, ha spiegato Meirelles. “Non sono mai entrati in contatto con nessuno di esterno alla tribù, non abbiamo idea di quale lingua parlino e chi siano. Per fortuna non lo sappiamo. Il giorno in cui lo scopriremo, allora inizieranno ad avere problemi”.

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Ti potrebbe interessare
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown
Esteri / Iran, ragazzo di 20 anni decapitato dai suoi familiari perché gay
Esteri / L’uomo con 151 figli e 16 mogli: “Il mio lavoro è soddisfarle sessualmente”
Esteri / L’ex miss Myanmar si unisce alla lotta contro la dittatura militare: “Combatto per il mio Paese”
Esteri / David Grossman: “Il dialogo è fallito, la violenza fra arabi ed ebrei spezza il sogno della coesistenza”
Esteri / Trascinato dall’auto e lasciato agonizzante a terra: il “linciaggio” di un uomo accusato di essere palestinese
Esteri / Regno Unito, bambino di 9 anni colpito da un fulmine muore in campo
Esteri / L'indifferenza dell'Europa, le follie di Trump: ecco le vere colpe nel dramma di Gaza e del Mediterraneo (di Alberto Negri)
Esteri / Gaza-Israele: 90 vittime e 487 feriti. Biden difende gli israeliani