Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Torture agli uiguri, il giornalista Bbc incalza l’ambasciatore cinese: “Ci spieghi cosa succede”

Le domande scomode del conduttore all'ambasciatore cinese a Londra Liu Xiaoming

Sono domande scomode quelle rivolte all’ambasciatore cinese a Londra Liu Xiaoming  dal conduttore Andrew Marr, durante il programma televisivo “Andrew Marr Show” trasmesso in diretta sulla Bbc. Il conduttore aveva invitato l’ambasciatore per parlare del caso Huawei ma a un certo punto gli ha mostrato un video di un drone – diventato virale online alla fine del 2019 – che mostrerebbe secondo diverse intelligence occidentali decine di uiguri confinati in un campo di detenzione nella provincia dello Xinjiang, a maggioranza musulmana (qui chi sono gli uiguri).

“Che cosa sta accadendo qui, ambasciatore?”, ha chiesto Marr, “perché queste persone sono legate, bendate e fatte salire su un treno nella Cina moderna? Ce lo spiega?”. L’ambasciatore ha negato la pulizia etnica, sostenendo che negli ultimi 40 anni la popolazione dello Xinjiang è più che raddoppiata. “Mi scusi ambasciatore, secondo i vostri stessi dati, la popolazione uigura è crollata dell’84% negli ultimi quattro anni”, ha replicato Marr. “Come me lo spiega?”.

Liu Xiaoming ha continuato a negare senza fornire spiegazioni. “Gli abitanti dello Xinjiang vivono una vita molto felice”, ha detto. “La Cina è fermamente contro la tortura. Ogni gruppo etnico da noi ha pieni diritti, è un altro grande successo della Cina”.

Secondo i report delle organizzazioni che si occupano di diritti umani e alcune inchieste giornalistiche, nei “campi di rieducazione” in Cina gli uiguri sarebbero sottoposti a torture e lavaggio del cervello. Le donne sarebbero costrette ad aborti e sterilizzazione, in quella che viene definita una vera e propria “pulizia etnica”.

Leggi anche: 1. Cina, musulmani arrestati e costretti a bere alcolici e mangiare maiale nei campi di rieducazione: la repressione degli uiguri /2. Usa, la Camera approva una legge contro la persecuzione della minoranza musulmana degli uiguri in Cina

3. Finge un tutorial di make up per aggirare la censura su Tik Tok e denunciare i lager cinesi degli Uiguri

Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice
Esteri / Afghanistan, attentato esplosivo a Jalalabad: 8 morti
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio