Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 16:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’incredibile storia di Nastasia, la ex top model milionaria oggi è una clochard: “Aiutatemi”

Immagine di copertina
Nastasia Urbano, sulla copertina di Vogue e oggi

La modella è finita sul lastrico dopo aver sposato il suo ex marito, che ha sperperato il suo patrimonio e l'ha fatta finire in bancarotta

La storia di Nastasia Urbano è quella di una donna tradita dalla vita. Ha girato il mondo in lungo e in largo, ha calcato le passerelle delle maison di moda più importanti del pianeta e oggi si ritrova a vivere da clochard. Oggi, come ha raccontato a El Periodico, ha 57 anni, vive in strada e mangia gomito a gomito con i senzatetto nelle mense dei poveri.

“Mi chiamavano a Londra, a Parigi, ero molto apprezzata e decisi anche di fare il grande salto a New York”, ha riferito Nastasia. “Uscivo con Andy Warhol e guadagnavo un milione di dollari per venti giorni di lavoro”, ha continuato la donna.

“Ho lavorato per tutte le riviste, sono stata amata da tutti ed ero invitata alle feste glamour”. Aveva tutto, Nastasia, che viveva “come una regina”. Poi, però, ha conosciuto quello che pensava essere l’uomo della sua vita e tutto è cambiato.

Nastasia era accecata dall’amore, in quattro e quattro otto ha sposato quell’uomo e quello è stato l’inizio della sua fine. Oggi lo definisce “la persona sbagliata”, ma non lo sapeva allora. “Il secondo giorno che uscivamo insieme, mi chiese di comprargli una Bmw e io, come una pazza, ho firmato un assegno. Ero innamorata, mi sono fidata e lui mi ha rovinata”, ha continuato a raccontare Nastasia.

Lui l’ha sfruttata, ha prosciugato tutto il suo patrimonio e si è indebitato fino al collo. Lei ha cercato di correre ai ripari, pagando di tasca sua quegli affari finiti male, finendo in bancarotta. Oggi Nastasia non ha più nulla, a eccezione dei suoi figli. “L’unica cosa buona di quella relazione sono stati i miei figli, il resto è stato orribile”.

Arranca, oggi, e cerca di guadagnarsi da vivere lavorando saltuariamente come donna delle pulizie e baby sitter. Per di più, quelli che un tempo considerava amici si sono dileguati, lasciandola completamente sola: “Sono già stata sfrattata tre volte, gli amici mi hanno fatto il vuoto intorno, e lo capisco. Ma non ne posso più voglio uscire dal buco nero in cui sono caduta. Vorrei solo un tetto per accogliere i miei nipotini e cucinare loro biscotti. E che i miei figli fossero orgogliosi di me, senza doversi vergognare”.

Oggi Nastasia chiede aiuto e vuole riscattare quella vita che un po’ è stata ingiusta con lei.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il presidente delle Filippine Duterte minaccia l’arresto per chi rifiuta il vaccino
Esteri / Madrid concede la grazia ai separatisti catalani condannati per il referendum del 2017
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)