Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Skullbreaker Challenge, la macabra sfida virale su TikTok: “Calci nell’ano, visi sfregiati. Si può morire”

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 13 Feb. 2020 alle 09:01 Aggiornato il 13 Feb. 2020 alle 09:21
551
Immagine di copertina

Bimbo ricoverato in ospedale per una sfida virale su Tik Tok

Tik Tok, il nuovo social network che spopola tra gli adolescenti, può rivelarsi molto pericoloso: le sue famose challenge, infatti, non riguardano solo sfide di danza o di musica, ma anche gesti violenti che rischiano di mandare utenti indifesi in ospedale.

È quanto emerge dalla denuncia di una madre sudamericana, che racconta in un post su Facebook come suo figlio abbia avuto un trauma cranico proprio a causa di una challange di Tik Tok.

Si tratta della Skullbreaker Challenge, una sfida che si traduce in un vero e proprio atto di violenza nei confronti di una vittima, perché prevede la presenza di tre persone che allineate in orizzontale saltino in modo alternato di fronte alla fotocamera dello smartphone.

La persona al centro del trio è la vittima inconsapevole della challenge. Quando arriva il suo turno e salta, le altre due persone al suo fianco ne spingono le gambe in avanti con un calcio in modo da farla atterrare sbilanciata all’indietro: la caduta è inevitabile per la mancanza di punti di appoggio e la vittima atterra di schiena, ma la forza dell’impatto e la perdita d’equilibrio portano spesso a un urto involontario della testa contro il terreno, con conseguenze imprevedibili.

“Ho riflettuto prima di scrivere il post, ma sento che ci deve essere consapevolezza su questo scherzo virale crudele e maligno. Mercoledì a mio figlio è stato chiesto di fare una gara di salto con i suoi 2 “amici””, scrive Valerie Hodson sul social.

“Quando ha saltato, i 2 ragazzi lo hanno preso a calci, il più forte possibile… È atterrato forte sulla schiena e sulla testa, mentre ha faticato ad alzarsi ha perso conoscenza, è caduto in avanti sbattendo la faccia”.

“Gli addetti della scuola lo hanno aiutato, mentre i 2 ragazzi che erano con lui ridevano anche se mio figlio era svenuto sul terreno. Portato di corsa in ospedale, ha un trauma cranico, punti sul volto, tagli gravi all’interno della bocca e 2 denti davanti che si devono tenere d’occhio. Questo a quanto pare è uno scherzo virale di Tik Tok che viene girato per guadagnare like sui social”, conclude la madre, che mostra su Facebook le foto del figlio in ospedale con il viso sfregiato per aver aderito alla Skullbreaker Challenge.

“Skullbreaker” significa infatti “spacca testa”, e quella di Hodson non è l’unica denuncia emersa sui social in questi giorni, sopratutto in Sud America, dove la challenge sembra aver già spopolato.

Sarebbe necessario che il social di proprietà cinese cambiasse i propri algoritmi per evitare che simili sfide e video si diffondano su Tik Tok.

Leggi anche:

Tik Tok, l’app virale che fa concorrenza a Instagram: come funziona e perché sta avendo così tanto successo

Finge un tutorial di make up per aggirare la censura su Tik Tok e denunciare i lager cinesi | VIDEO

551
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.