Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:04
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Terremoto in Grecia, testimone da Creta: “È allerta tsunami, dobbiamo evacuare le nostre case”

Immagine di copertina

Dimitris Baltzis è un abitante della baia di Kapsali a Creta che a TPI ha raccontato del terremoto di magnitudo 6 che ha colpito la Grecia, e in particolar modo l'isola di Creta

Forte terremoto in Grecia, la testimonianza da Creta: “È allerta tsunami”

Terremoto in Grecia, la testimonianza da Creta: “Il terremoto è stato molto forte, siamo scappati tutti via dalle nostre case. La polizia e la guardia costiera ci hanno avvertito che dovevamo evacuare le nostre case perché c’è un’allerta tsunami. Per le prossime ore dobbiamo spostarci nella zona alta dell’isola, c’è un aereo che sta sorvolando l’isola per controllare per lo tsunami, non ci sono danni, ma abbiamo preparato le cose per lasciare l’isola. Stiamo aspettando che l’autorità ci avvertano per sapere quando finisce lo stato di allerta”.

A parlare è Dimitris Baltzis, un abitante della baia di Kapsali a Creta che a TPI ha raccontato del terremoto di magnitudo 6 che ha colpito la Grecia, e in particolar modo l’isola di Creta, la mattina di mercoledì 27 novembre..

La scossa è stata registrata alle 9.23 a 74 chilometri a nord-ovest di La Canea e ad una profondità di 71 chilometri.

Il sisma è stato avvertito in alcune regioni del Sud Italia, tra cui Sicilia, Calabria, Puglia e Campania.

Come ci racconta Dimitri, la situazione è sotto controllo: “Siamo a 10 chilometri di distanza dall’epicentro, questa è un’isola di pietra, non ci sono stati particolari danni”.

“Quando c’è un terremoto superiore a 4.7 normalmente si attiva l’allerta tsunami”, spiega Dimitri. “Siamo rimasti scottati dal terremoto del 2016, di magnitudine 7.2. Non si è mai abituati ai terremoti, si ha sempre molta paura, ma questo ci ha impressionati. Le persone sono calme adesso, forse potrebbe esserci un altro terremoto, per la prossima settimana dobbiamo stare attenti”.

A scatenare il terremoto del 26 novembre in Albania è stata una faglia lunga 85 chilometri che si estende da Nord-Ovest e Sud-Est fra le città di Durazzo e Lushnje e che non si è completamente attivata. Emerge dalle analisi dell’Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv).

La faglia “appartiene alle strutture responsabili della deformazione e accavallamento dei sedimenti che costituiscono il nucleo della catena delle Albanidi”. Si ritiene che una faglia simile abbia causato, sempre in Albania, il terremoto di magnitudo 5,8 del 21 settembre scorso.

Come racconta Dimitri, nonostante la scossa nessuno è rimasto ferito e questo anche perché sull’isola ci sono poche persone.

“Ora che è inverno ci sono circa 3.500 persone, normalmente durante l’estate ce ne sono molte di più. Menomale che è successo ora”, ha concluso Dimitri.

Terremoto in Albania: almeno 25 morti, centinaia di persone sotto le macerie. Il sisma avvertito anche in Puglia e Basilicata. Nuova forte scossa alle 14
Se hai avvertito una scossa di terremoto e vuoi essere aggiornato su tutte le ultime scosse di oggi e dei giorni scorsi in Italia, clicca qui
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari
Esteri / “Giulio Regeni ucciso per una rivalità tra servizi segreti”: le rivelazioni di un’inchiesta francese
Esteri / Comprò voti per portare le Olimpiadi a Rio de Janeiro: Nuzman condannato a 30 anni di carcere
Cronaca / Russia, incidente in una miniera di carbone in Siberia: 52 morti
Esteri / Covid, la nuova variante Omicron è arrivata in Europa: primo caso rilevato in Belgio
Esteri / Dalla Germania alla Cina: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Corea del Nord: condannato a morte per aver importato una copia di Squid Game
Esteri / Le storie dei lavoratori che sfidano Amazon nel giorno del Black Friday
Cronaca / Sudafrica, rilevata nuova variante Covid-19: “Minaccia grave”