Me
HomeEsteri

Sudan, la giunta militare convoca nuove elezioni: al voto entro 9 mesi

Di Donato De Sena
Pubblicato il 4 Giu. 2019 alle 08:13 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 11:06
Immagine di copertina

SUDAN GIUNTA MILITARE NUOVE ELEZIONI – Il Consiglio militare di transizione (Tmc) del Sudan ha annullato tutti gli accordi raggiunti con la principale coalizione di opposizione del Paese ed ha convocato nuove elezioni, che si dovrebbero tenere entro 9 mesi È quanto riporta oggi la Bbc. L’annuncio segue la crescente condanna a livello internazionale del violento attacco di ieri contro un sit-in degli oppositori in corso da mesi davanti al quartier generale dell’esercito a Khartoum, che ha provocato almeno 30 morti e oltre 100 feriti.

Sudan | Giunta militare: nuove elezioni entro 9 mesi

La repressione è arrivata dopo che i militari e i manifestanti avevano concordato un periodo di transizione di tre anni con il governo civile. Il leader del TMC, il generale Abdel Fattah al-Burhan, in una dichiarazione trasmessa dalla televisione di Stato ha fatto sapere di aver deciso di “smettere di negoziare” e “cancellare ciò che era stato concordato”. Un’elezione tra nove mesi avverrebbe sotto “supervisione regionale e internazionale”, ha aggiunto.

Ieri testimoni a Khartoum hanno riferito che sono stati sparati colpi d’arma da fuoco e che sono state date alle fiamme alcune tende dei dimostranti, che chiedono una rapida transizione dei poteri ad un’autorità civile da parte della giunta militare che lo scorso aprile ha deposto il presidente Omar al Bashir. I manifestanti hanno occupato la piazza di fronte al quartier generale militare dal 6 aprile, cinque giorni prima che Bashir fosse rovesciato. In tv il consiglio militare ha espresso il suo “dolore per il modo in cui gli eventi si sono intensificati”, affermando che l’operazione di ieri aveva come obiettivo “produttori di guai e piccoli criminali”.

Nei giorni scorsi erano fallite le trattative per arrivare a un accordo su un governo condiviso tra il Consiglio militare di transizione, creato dopo la destituzione dell’ex presidente al-Bashir avvenuta l’11 aprile, e i gruppi di opposizione.