Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Sud Sudan sono morte 43 persone negli scontri tra forze governative e ribelli

Immagine di copertina

Almeno 12mila persone sono fuggite dalle loro abitazioni a causa degli scontri

Almeno 43 persone sono state uccise in scontri tra gruppi armati e forze governative a nord di Waw, una città del Sud Sudan, e almeno 12mila persone sono fuggite dalle loro abitazioni a causa degli scontri.

Il paese più giovane del mondo, il Sud Sudan, nato nel 2011 dopo l’indipendenza dal Sudan, è ancora teatro di violenze a causa del conflitto etnico scoppiato nel 2013, nonostante la firma di un accordo di pace siglato tra i ribelli e il governo pochi mesi fa.

Le forze governative si sono scontrate con i ribelli fedeli ad Ali Tamin Fatan, il leader di una milizia che sta cercando di prendere il controllo dei territori a ovest del paese, al confine con la Repubblica Centrafricana.

“Finora sappiamo che sono morti 39 civili e 4 militari” ​​ha fatto sapere Makuei Lueth, un portavoce del governo. “I numeri potrebbero aumentare”, ha aggiunto. 

Fatan si era posto l’obiettivo di stabilire uno stato islamico in territorio sudsudanese. Tra i membri della sua milizia ci sono anche ribelli del Lord Resistance Army, un gruppo di matrice cristiana, protagonista di una rivolta violenta nella vicina Uganda e che aveva lanciato attacchi in tutta la regione. 

Il Sud Sudan è stato ripetutamente interessato da combattimenti tra una serie di gruppi armati per il controllo di pascoli e riserve di petrolio. Il governo del Sud Sudan accusa spesso il vicino Sudan di sostenere i ribelli.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato
Esteri / Guerra in Ucraina, Putin: “La Russia è pronta a difendersi con ogni mezzo”. Cresce la minaccia nucleare
Esteri / Il Time sceglie Zelensky come “persona dell’anno” per il 2022
Economia / La Francia vieta i voli brevi: via libera dell’Ue, ma solo se c’è il treno. In Italia a rischio tre tratte
Esteri / Commissione Ue: “Riconoscere i diritti dei genitori gay in tutti i Paesi membri”