Siria, altre due combattenti curde uccise dall’esercito di Erdogan

Di Laura Melissari
Pubblicato il 4 Nov. 2019 alle 19:20 Aggiornato il 18 Nov. 2019 alle 13:47
2.7k
Immagine di copertina

Siria, altre due combattenti curde uccise dall’esercito di Erdogan

Ceylan Aşkan e Sakîna Mıhemed, due combattenti curde impegnate negli scontri con l’esercito turco e le milizie jihadiste alleate di Erdogan nel nord est della Siria, sono morte in battaglia.

A rendere noti i loro nomi è il comando generale delle unità di difesa delle donne (Yekîneyên Parastina Jin, Ypj), sul sito dell’Unità di protezione delle donne. I nomi di battaglia delle due combattenti sono Ronahî Gewda e Sara Tîrêj.

“La resistenza contro l’invasione dell’esercito turco e dei mercenari continua. Impegnati a difendere i valori dell’umanità, le donne resistono al fascismo di Erdoğan come hanno resistito all’Isis. Le compagne Ronahî e Sara si sono oppostei agli attacchi di invasione dello stato turco con grande impegno e determinazione”, hanno detto le autorità curde.

Leggi anche:

Chi sono le donne curde, che combattono per la libertà contro il fondamentalismo islamico

Il diario della guerra in Siria di Benedetta Argentieri, inviata di TPI nel Rojava

La bambina curda mutilata che piange disperata è il simbolo della crudele guerra in Siria

Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria

2.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.