Coronavirus:
positivi 13.459
deceduti 34.926
guariti 193.978

Siria, le ong: “Bambino ucciso dai proiettili delle guardie di frontiera turche. Attraversava il confine con altri civili”

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 18 Giu. 2020 alle 15:31
1.4k
Immagine di copertina
Foto di repertorio

Siria, ong: “Bambino ucciso da proiettili guardie di frontiera della Turchia”

“Un bambino è stato ucciso dai proiettili sparati dalle guardie di frontiera della Turchia lungo il confine con la Siria”: a denunciarlo è l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, che aggiunge che nella stessa occasione una donna e un altro minorenne sono rimasti seriamente feriti. L’omicidio del bambino è avvenuto nel distretto di Atimah, a ovest di Idlib, nella zona di confine nel nord-ovest siriano. Un’area, questa, dove è molto forte l’influenza della Turchia guidata da Recep Tayyip Erdoğan, che da anni conduce delle operazione nei territori a maggioranza curda.

Secondo quanto dichiarato dalla ong, il bimbo sarebbe stato ucciso mentre tentava, con la madre e altri civili, di varcare illegalmente il confine con la Turchia per scappare dal conflitto in corso all’interno del suo distretto. Sempre secondo il resoconto dell’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria, una volta che il bambino e gli altri civili si sono avvicinati al confine, i soldati di frontiera turchi hanno aperto il fuoco. Dal 2011 (anno dello scoppio della guerra) a oggi, la ong ha registrato 450 uccisioni di civili siriani da parte delle guardie della Turchia. Tra essi, ci sono anche 79 minorenni e 44 donne.

Leggi anche:

1. Libia, l’Italia rischia di ritrovarsi in casa i mercenari siriani di Erdogan e Putin / 2. Torino, sorveglianza speciale per l’attivista che combatté l’Isis in Siria. Maria Edgarda Marcucci: “Non rispetterò le limitazioni alla mia libertà” / 3. Il videomessaggio dalla Siria colpita dall’emergenza acqua: “Italiani, siamo con voi”

4. Nove anni di guerra in Siria, l’appello di Unhcr: “Il mondo non dimentichi i siriani in fuga” / 5. Siria, Idlib prima e dopo la guerra: le terribili immagini del satellite | VIDEO / 6. La storia al contrario: quando la Siria accoglieva i rifugiati d’Europa (anche greci)

1.4k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.