Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Claudia López è la prima sindaca donna e apertamente gay di Bogotà

Immagine di copertina
Claudia Lopez Credit: Ansa

Sindaco di Bogotà: eletta Claudia Lopez

Bogotà ha un nuovo sindaco: Claudia López. È il secondo incarico politico più importante della Colombia dopo la presidenza ed è la prima volta che viene ricoperto da una donna.

Claudia Lopez non è solo la prima sindaca donna, ma anche la prima lesbica dichiarata a conquistare il municipio di una grande città latinoamericana. La nomina della candidata del Partito Verde arriva al termine delle elezioni amministrative del 27 ottobre, in Colombia, in cui ha battuto il candidato della destra, Carlos Fernando Galan, sostenuto dal governo nazionale.

I cittadini sono stati chiamati alle urne anche per nominare i governatori di 32 dipartimenti e i sindaci di un migliaio di comuni, tra cui Medellin. Anche qui il partito del presidente conservatore Ivan Duque, il Centro Democratico, non è riuscito a conquistare la guida della seconda città del Paese andata al candidato indipendente Daniel Quintero. Nella terza città colombiana per numero di abitanti, Cali, invece, ha vinto il centrista Jorge Ivan Ospina.

Alvaro Uribe, ex presidente e leader del partito Centro democratico, ha ammesso “con umiltà” una sconfitta che complica direttamente la guida politica anche del governo nazionale del presidente Duque.

Il voto si è svolto in un contesto di rinnovata violenza politica: sono state le prime elezioni locali dopo l’accordo di pace del 2016 firmato dall’allora presidente Juan Manuel Santos con le Forze Armate Rivoluzionari (Farc) dopo 52 anni di conflitto armato. Conflitto che rischia di riprendere con la frangia più estremista delle Farc, dopo che l’ex numero due dell’organizzazione, Ivan Marquez, ha annunciato la ripresa della lotta armata.

In passato  Claudia Lopez era stata senatrice e nel 2018 era stata candidata vicepresidente di una coalizione che ottenne il 23 per cento dei voti ma non riuscì ad arrivare al ballottaggio. Questa volta ha trionfato grazie alla sua campagna elettorale improntata sulla difesa dei diritti civili.

Leggi anche:

Voto storico a Chicago: eletta la prima sindaca afroamericana e apertamente gay

Ti potrebbe interessare
Esteri / La “famiglia Rapunzel”: quattro metri di chioma tra madre e figlie | VIDEO
Esteri / Corea del Nord, Kim torna a mostrare la figlia in pubblico: “Avremo la forza nucleare più potente al mondo”
Esteri / Taiwan, eletto sindaco il nipote di Chiang Kai-shek. La presidente Tsai Ing-Wen si è dimessa da leader del suo partito
Ti potrebbe interessare
Esteri / La “famiglia Rapunzel”: quattro metri di chioma tra madre e figlie | VIDEO
Esteri / Corea del Nord, Kim torna a mostrare la figlia in pubblico: “Avremo la forza nucleare più potente al mondo”
Esteri / Taiwan, eletto sindaco il nipote di Chiang Kai-shek. La presidente Tsai Ing-Wen si è dimessa da leader del suo partito
Esteri / Morto il ministro degli Esteri bielorusso. Kiev: “Forse avvelenato”. Mosca: “Scioccati”
Esteri / “Italiana arrestata in Turchia alla manifestazione contro la violenza sulle donne”: le attiviste di Mor Dayanisma
Esteri / “Putin vuole far uccidere Lukashenko”: l’ipotesi del complotto per trascinare la Bielorussia in guerra
Esteri / La chef stellata: “Chi prenota al ristorante e non si presenta paga 75 euro di penale”
Esteri / Migranti, ancora tensioni Francia-Italia: “Roma apra i suoi porti alle Ong, altrimenti niente ricollocamenti”
Esteri / Putin alle madri dei soldati russi: “I vostri figli sono eroi”
Esteri / “Tentò di violentarmi in un camerino”: giornalista americana denuncia Trump per violenza sessuale e diffamazione