Coronavirus:
positivi 13.428
deceduti 34.938
guariti 194.273

Proteste in Usa, incendiato il ristorante di Joe Bastianich: “Se questo è il prezzo della giustizia lo sopporto”

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 3 Giu. 2020 alle 11:21 Aggiornato il 3 Giu. 2020 alle 11:43
985
Immagine di copertina
Credit: Instagram

Il ristorante di Joe Bastianich a Los Angeles è stato dato alle fiamme durante le proteste in seguito alla morte di George Floyd, l’afroamericano deceduto dopo essere stato soffocato da un agente di polizia a Minneapolis. A raccontarlo è stato l’imprenditore al Corriere della Sera che spiega: “Sono entrati e hanno distrutto tutto: hanno rubato il vino e gli incassi, hanno spaccato il vetro a mazzate e gettato benzina per bruciare gli interni. Un vero disastro”.

Il ristoratore ha spiegato di non essere contrario alle manifestazioni. Si è detto dispiaciuto del fatto che “una minoranza di persone sfrutti questo momento a proprio vantaggio per andare a spaccare o a rubare. Distolgono, tra l’altro, l’attenzione dal messaggio”.

Joe Bastianich ha detto che se l’incendio al suo ristorante è il prezzo da pagare per avere giustizia è disposto ad accettare anche quanto accaduto: “Siamo tutti indignati, questo Paese non può avere un futuro se non risolve questa ferita razziale. Quindi, da cittadino, dico: se il costo per dare giustizia a Floyd è un ristorante bruciato, ok lo sopporto. L’importante in questo momento è non stare in silenzio, perché stare in silenzio significa essere complici di una situazione insopportabile”.

Leggi anche: 1. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa / 2. Derek Chauvin, cosa sappiamo sul poliziotto che ha ucciso l’afroamericano George Floyd / 3. George Floyd, spunta il video-verità che smentisce la polizia. La sequenza completa dell’arresto | VIDEO / 4. Essere un nero in America è ancora una sentenza di morte (di V. Montaccini)/ 5. Il sindaco di New York: “Mia figlia arrestata nelle proteste, sono orgoglioso di lei” / 6. L’emozionante incontro tra il capo della polizia di Minneapolis e il fratello di George Floyd | VIDEO

985
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.