Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

300mila firme contro l’alleanza tra Tories e DUP nel Regno Unito

Immagine di copertina

Contro l'accordo tra Theresa May e il controverso partito dell'Irlanda del Nord è stata lanciata una petizione che ha raggiunto numerosi consensi

Dopo il deludente risultato delle elezioni dell’8 giugno dove non ha raggiunto la maggioranza assoluta dei seggi, la premier britannica ha iniziato le trattative tra il suo partito, i conservatori, e i conservatori unionisti dell’Irlanda del Nord del DUP. Un’alleanza però che non sembra piacere a tutti, dal momento che il DUP è un partito considerato in maniera abbastanza controversa.

Leggi anche: Cos’è il DUP

Esso, infatti, fa parte della galassia dei partiti unionisti nordirlandesi, ovvero quelli composti da protestanti e che si battono per rimanere nel Regno Unito, al contrario di quelli cattolici e repubblicani che vogliono riunirsi alla Repubblica d’Irlanda. Una tensione che oggi avviene in un contesto pacifico dopo gli accordi del 1998, ma che in passato, soprattutto negli anni Settanta, aveva raggiunto uno scontro al limite della guerra civile.

Nello specifico il DUP è un partito ultraconservatore e con legami stretti con gruppi di estrema destra e con ex terroristi. Inoltre, le sue posizioni sono fortemente antiliberali, soprattutto su temi come quelli dei diritti civili, l’aborto e il cambiamento climatico.

Per queste ragioni, è stata lanciata una petizione online per chiedere ai conservatori di non stabilire alcuna alleanza con il DUP. Questa raccolta firme è iniziata subito con un grande successo: nelle prime 12 ore ha raggiunto 278mila firme.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Ti potrebbe interessare
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo
Esteri / “Una storia horror? Vacanza-studio in Italia”, il tweet di Amanda Knox scatena le polemiche
Esteri / Il Papa: “Ogni giorno 7mila bambini muoiono di fame, è uno scandalo”
Esteri / Il Pride a Budapest: 10mila in piazza contro la legge anti-Lgbt di Orban
Esteri / Alaska, uomo combatte con un orso per una settimana: trovato per caso, è salvo
Esteri / L’appello di Lula a Draghi: “Il vaccino è per tutti, non solo di chi lo può comprare”