Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 08:07
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Presunto stupratore castrato a morsi da un pitbull: nel video il cane strappa le parti basse dell’uomo

Immagine di copertina

Presunto stupratore castrato da un pitbull

A Città del Messico un presunto stupratore è stato castrato a morsi da un pitbull. La gang messicana ha catturato l’uomo e lo ha torturato. Il cane, poi, ha mangiato le sue parti basse.

Il sospetto stupratore è un uomo di trent’anni accusato di avere aggredito e violentato una donna nella capitale messicana lo scorso agosto.

L’aggressione sull’uomo è stata documentata con un video che mostra appunto il 30enne legato e torturato. La banda messicana ha voluto diffondere il filmato sul web come monito a tutti gli aggressori.

Nelle riprese si vede l’uomo spogliato, ammanettato e scaraventato a terra mentre la gang lo circonda. Successivamente un pitbull bianco con macchie marroni inizia a prendere a morsi le parti basse del ragazzo, “strappandole”.

Nel video si sentono anche le grida disperate dell’uomo: “Fermati, lasciami ora, lasciami”. Nel filmato si vede l’uomo circondato da cinque uomini. Ad un certo punto entra in scena un secondo pitbull che, però, non aggredisce la vittima.

“I metodi di tortura delle organizzazioni messicane hanno aumentato decisamente il loro livello di crudeltà”, commentano i media locali.

Donna esperta di animali adotta un pitbull, il cane la sbrana nel cortile di casa

Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Ti potrebbe interessare
Esteri / “Tassate noi ricchi”: a TPI parla l’ereditiera tedesca che propone la patrimoniale per colmare le disuguaglianze
Esteri / Tunisia: il presidente Saied si attribuisce poteri quasi illimitati. “È un colpo di stato”
Esteri / Draghi: "L'Italia donerà 45 milioni di vaccini ai Paesi più poveri"
Esteri / Germania, niente stipendio ai no vax in quarantena: “Perché devono pagare altri per chi sceglie di non vaccinarsi?”
Esteri / Elezioni in Germania: chi sarà il successore di Angela Merkel. La guida al voto
Esteri / Francia, candidato alle presidenziali attacca la Nutella: “Fa male ai bambini e all’ambiente”
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza