I pirati somali hanno rilasciato la petroliera e gli ostaggi sequestrati il 14 marzo

L'equipaggio era composto da otto persone dello Sri Lanka. Non risulta il pagamento di alcun riscatto

Di TPI
Pubblicato il 16 Mar. 2017 alle 22:17 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:15
0
Immagine di copertina

I pirati somali hanno rilasciato la nave petroliera e il suo equipaggio sequestrati il 14 marzo 2017. Gli ostaggi liberati sono otto persone dello Sri Lanka.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Il sequestro, il primo del genere dal 2012, si è risolto senza il pagamento di un riscatto. Era avvenuto in un area di scambio di armi controllato dal gruppo qaedista al-Shabab mentre la nave si dirigeva verso Bosasso.

La notizia è stata riportata dall’ufficiale della sicurezza Ahmed Mohamed. I pirati hanno abbandonato la Aris 13, battente bandiera delle isole Comore, dopo i negoziati con alcuni funzionari somali. La mattina del 16 marzo le forze navali dello stato del Puntland si erano scontrate con i sequestratori in un conflitto a fuoco a seguito del quale i pirati avevano deciso di andare via.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.