Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Londra, sconfigge l’Hiv: “il paziente inglese” è il secondo al mondo ad essere totalmente guarito

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 11 Mar. 2020 alle 11:32 Aggiornato il 11 Mar. 2020 alle 11:33
4.5k
Immagine di copertina

Londra, sconfigge l’Hiv: “il paziente inglese” è il secondo al mondo ad essere totalmente guarito

Il “paziente inglese” è guarito dall’Hiv. Adam Castillejo, 40 anni, è stato soprannominato così perché, originario del Venezuela, da 20 anni vive a Londra e, attualmente, è il secondo paziente al mondo ad aver sconfitto l’Hiv. A rivelare la sua identità, finora rimasta nascosta, è il New York Times, che lo ha intervistato.

Quando anni fa scoprì la sua malattia – visto che l’Hiv, se non trattato, si trasforma in Aids e non lascia scampo – fu per lui un vero e proprio shock: Adam aveva solo 23 anni e tutta la vita davanti, vita che, grazie alle cure farmacologiche, ha potuto “vivere in maniera relativamente tranquilla”. Le cose si sono complicate quando, nel 2013, Adam ha avuto un linfoma al quarto stadio e, al fine di curarlo, ha subito un trapianto di midollo osseo. Ed è stato proprio quel trapianto ad averlo salvato: il donatore, infatti, aveva sviluppato una mutazione genetica che lo rendeva immune all’Hiv. A quel punto è iniziata la terapia con farmaci antiretrovirali, con l’ultimo ciclo che è terminato nel 2017. Oggi Adam Castillejo non è più affetto da Hiv.

Il primo paziente ad essere guarito è il “paziente di Berlino”, Timothy Ray Brown e ci si augura che, dopo il caso anche di Adam, nel futuro sarà sempre più “facile” sconfiggere l’Hiv.

Leggi anche:

1. “Mi sono infettata con l’Hiv nel laboratorio dell’università”: la denuncia di una studentessa italiana / 2. Caserta, camorrista malato di aids ucciso dal suo boss perché “aveva rapporti con le donne del clan”/ 3. Bari, una spiaggia rifiuta 13 persone malate: “Avete l’Aids, non potete entrare”

4.5k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.