Covid ultime 24h
casi +13.633
deceduti +472
tamponi +264.728
terapie intensive -28

Bari, una spiaggia rifiuta 13 persone malate: “Avete l’Aids, non potete entrare”

Di Donato De Sena
Pubblicato il 8 Lug. 2019 alle 18:26
0
Immagine di copertina

Malati Aids rifiutati da una spiaggia a Bari: “Qui non potete entrare”

MALATI AIDS RIFIUTATI SPIAGGIA – Rifiutare persone nella propria struttura perché amalte di Aids. È l’incredibile, discriminatoria, offensiva, decisione di uno stabilimento balneare della provincia di Bari, che ha respinto 13 dei 20 ospiti della casa-alloggio ‘Raggio di sole’ della fondazione Opera Santi Medici Cosma e Damiano di Bitonto. Il caso viene raccontato oggi da Repubblica Bari, in un articolo a firma Anna Puricella.

Malati Aids rifiutati da una spiaggia a Bari

A parlare dell’episodio sono sono stati la responsabile della casa-alloggio, la psicologa Fiorella Falcone, e il direttore della Fondazione, Giovanni Vacca.

“Ci siamo rivolti a una struttura dove almeno una volta all’anno siamo sempre andati dopo che avevano accordato il nostro ingresso, non so per quale ragione hanno deciso di non volerci più”, ha detto Falcone, come riportato da Repubblica Bari.

Si sospetta che il rifiuto da parte dello stabilimento balneare sia legato al pregiudizio legato alla sigla Aids. “I nostri pazienti hanno carica virale azzerata, non possono trasmettere l’Hiv”, ha precisato Falcone. Ed è impossibile la trasmissione con un bagno al mare o in piscina. Ma il legale dello stabilimento “ci ha detto apertamente che non volevano più accoglierci perché i nostri ospiti hanno l’Aids da allora non ci hanno risposto più, nemmeno per telefono”.

> Le notizie di cronaca di TPI

Alla fine è stata comunque trovata una soluzione. “Oltre alla disumanità, l’ignoranza – ha scritto la Fondazione in un post Facebook – Ma per una struttura che ci chiude le porte ce n’è un’altra che le ha aperte. C’è ancora di che sperare”. Le persone escluse potranno andare al mare.

La casa-alloggio ‘Raggio di Sole’ fu ultimata il 21 agosto 1999 e inaugurata dall’allora Ministro della Sanità Rosy Bindi. È oggi l’unica struttura operativa in Puglia che accoglie malati di Aids.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.