Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La polizia francese: “L’incendio di Notre Dame è stato provocato da un corto circuito”

Immagine di copertina
Credit: Geoffroy VAN DER HASSELT / AFP

Come riportano diversi media francesi, una fonte della polizia di Parigi ha riferito in via anonima che l’ipotesi più probabile per l’incendio alla cattedrale di Notre Dame è quella di un corto circuito.

È stato in particolare un ufficiale di polizia giudiziaria, impegnato nelle indagini per determinare le cause del rogo, a riferire che quella del corto circuito è l’ipotesi al momento più accreditata.

Sembrano perdere quota, quindi, altre piste come quella, avanzata in un primo momento, di un mozzicone di sigaretta.

Il corto circuito potrebbe essersi innescato su uno dei montacarichi allestiti per raggiungere il tetto, dove erano in corso lavori di ristrutturazione.

La parte di tetto maggiormente interessata ai lavori era quella intorno alla guglia. Proprio lì erano stati allestiti due montacarichi. Su uno di questi potrebbe essersi verificato il corto circuito poi fatale.

In quella parte di cattedrale, come ha riferito lo stesso ufficiale di polizia all’Associated Press, “le pareti erano fragili e coperte da assi di legno per stabilizzarle”.

Gli inquirenti continuano ad escludere la pista dell’incendio doloso. Nella giornata di giovedì 18 aprile sono continuati gli interrogatori agli operai che lavoravano alla ristrutturazione della cattedrale.

Come riporta La Stampa, altro particolare su cui si sta tentando di far luce è quello dell’allarme antincendio, che aveva suonato una prima volta alle 18.20, senza però permettere di localizzare il rogo a causa di un bug informatico.

Solo alle 18.43, quando l’allarme è suonato nuovamente, sono state individuate le fiamme che uscivano dal tetto.

Il terribile incendio divampato nella Cattedrale di Notre Dame, a Parigi, lunedì 15 aprile, ha fatto crollare due terzi del tetto e la guglia di 45 metri. Una delle due torri è stata gravemente danneggiata e un vigile del fuoco è rimasto gravemente ferito.

La struttura principale della Cattedrale, però, è stata salvata. Anche il rosone nord non è stato danneggiato in maniera significativa. Il rogo è stato domato attorno alle due di notte di martedì 16 aprile.

Da Napoleone al Gobbo: tutta la storia della Cattedrale distrutta dalle fiamme

Notre Dame, il prete che ha salvato la Corona di spine nel 2015 entrò nel Bataclan

Michela Murgia a TPI dopo l’incendio di Notre Dame: “Il cuore dell’Europa è altrove”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda