Covid ultime 24h
casi +16.377
deceduti +672
tamponi +130.524
terapie intensive -9

Thailandia: monaco buddista uccide la sua ex fidanzata incinta di 8 mesi

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 18 Giu. 2020 alle 14:15
374
Immagine di copertina

Monaco buddista uccide la sua ex fidanzata incinta di otto mesi

Uccide la sua ex fidanzata incinta di otto mesi e la fa a pezzi con un machete: protagonista dell’orrendo crimine è stato un monaco buddista, il quale ha confessato di essere stato preso da una “rabbia incontrollabile” dopo aver visto la donna con un altro uomo. Secondo quanto ricostruito, il monaco Um Deeruenram, di 57 anni, stava guidando il suo furgone attraverso la Thailandia quando è passato davanti l’abitazione della sua ex fidanzata, la 33enne Lampai Bualoi. Qui ha visto la donna seduta su un camion insieme al suo nuovo compagno. Preso da un raptus di gelosia, l’uomo ha speronato il camion dove si trovavano i due ed è sceso dal suo mezzo per affrontare i due.

Un tunnel con disinfettante antiCovid per farsi ricevere da Putin

Il fidanzato della sua ex però è fuggito, lasciando sola la ragazza che è stata aggredita dal monaco con un machete. Il religioso poi ha inferito sul cadavere della sua ex fidanzata, i cui resti sono stati successivamente ritrovati non lontano dal luogo del crimine. Il monaco è stato arrestato dalla polizia ed ha confessato il crimine, dichiarando che si è sentito assalire da una “rabbia incontrollabile” dopo aver visto la sua ex in compagnia di un altro uomo. Il fratello del monaco buddista ha affermato che il religioso gli aveva più volte espresso il desiderio di uccidere la donna dopo che si erano lasciati.

Leggi anche: 1. Kenya, missionario 61enne violentava le bambine del suo orfanotrofio: la moglie forniva i contraccettivi alle vittime / 2. Iran, 22enne viene aggredita con un’ascia dal padre perché rientrata troppo tardi a casa: morta dissanguata / 3. La Spezia, violentata a 12 anni dal patrigno: la madre segnava sul calendario i giorni degli stupri

374
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.