Me

Messico, arrestato il figlio di El Chapo: nella città di Culiacan si scatena la guerriglia

Tra le vie della città si è scatenata una vera e propria battaglia tra la polizia e gli uomini del cartello di Sinaloa

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 18 Ott. 2019 alle 10:10
Immagine di copertina

Messico, arrestato il figlio di El Chapo: in città si scatena la guerriglia

Una vera e propria guerriglia urbana si è scatenata a Culiacan, nello stato di Sinaloa, in Messico, dopo la diffusione della notizia che il figlio di El Chapo era stato arrestato.

Secondo quanto ricostruito dalla Bbc, nel pomeriggio di giovedì 17 ottobre la polizia ha individuato il covo dove si nascondeva Ovidio Guzmán López, uno dei figli del signore del narcotraffico Joaquin “El Chapo” Guzman, il quale era ricercato per traffico di droga.

Dopo l’arresto del padre, infatti, è stato il figlio a ereditare i traffici illeciti de El Chapo.

Stati Uniti, El Chapo condannato all’ergastolo per dieci capi di imputazione

Tuttavia, subito dopo il fermo diversi uomini legati al cartello sono intervenuti per liberare e hanno iniziato a sparare all’indirizzo degli agenti.

Tra le strade di Culiacan, dunque, ci sono state per ore sparatorie ed esplosioni, che hanno costretto gli abitanti a barricarsi dentro casa.

El Chapo: 10 storie incredibili ma vere sul signore della droga evaso per due volte da prigioni di massima sicurezza

Secondo la Bbc, inoltre, il figlio di El Chapo sarebbe stato rilasciato e l’operazione interrotta, mentre secondo altri fonti il ragazzo sarebbe ancora nelle mani delle autorità.

Sui social, nel frattempo, sono state condivise numerose immagini della guerriglia che ha interessato per ore la città di Culiacan, nello Stato di Sinaloa.