Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Melania Trump condanna l’assalto al Congresso: “Violenza inaccettabile”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 11 Gen. 2021 alle 14:51
787
Immagine di copertina
Credits: EPA/CHRIS KLEPONIS / POOL

Usa, Melania Trump condanna l’assalto Congresso

La first lady Melania Trump rompe il silenzio e condanna le violenze di Washington del 6 gennaio, quando è stato preso d’assalto Capitol Hilll, dicendosi “delusa e scoraggiata” da quanto accaduto. Lo si legge in un testo pubblicato dalla Casa Bianca. “Condanno assolutamente le violenze che si sono verificate nel Campidoglio della nostra nazione. La violenza non è mai accettabile“, scrive la moglie del presidente uscente Trump.

Le parole di Melania Trump sono contenute in un testo a sua firma in cui la First Lady riflette sugli avvenimenti del 2020, a partire da quello che definisce il “nemico invisibile“, il Covid-19. Ma subito nel testo emerge il riferimento all’assalto del Congresso da parte dei manifestanti pro Trump, quando la First Lady menziona per nome le vittime dell’assalto a Capitol Hill ed esprime la vicinanza alle loro famiglie.

“Sono delusa e scoraggiata da quanto accaduto la scorsa settimana”, si legge, “trovo vergognoso che attorno a questi fatti tragici siano emersi pettegolezzi salaci, attacchi personali immotivati e accuse false e fuorvianti su di me, da parte di persone che cercano rilevanza e hanno uno scopo. Questo è un momento da dedicare esclusivamente a guarire il nostro paese e i suoi cittadini. Non da utilizzare per fini personali”. Quindi la condanna esplicita da parte della First Lady: “La nostra nazione deve guarire in maniera civile. Non ci si sbagli a riguardo: io condanno assolutamente la violenza che si è verificata al Campidoglio. La violenza non è mai accettabile”.

Leggi anche: ASSALTO AL CONGRESSO 1. Ero dentro il Congresso Usa quella sera, vi racconto cosa ho visto (di Iacopo Luzi) / 2. Dai complotti sul web al tentato golpe: così Trump ha legittimato il neo-terrorismo americano; // 3. Il giorno più buio dell’America (di Giulio Gambino) // 4. Il golpe di Trump (di Luca Telese) /5. La democrazia Usa cancellata per qualche ora, ma il vero sconfitto è Trump (di G. Gramaglia); 6. Gli ultimi dieci giorni di Trump alla Casa Bianca (di Matteo Laruffa) // 7. Ora non dite che sono solo quattro patrioti sballati (di Giulio Cavalli) // 8. E se i manifestanti pro Trump che hanno assaltato il Congresso fossero stati neri?

787
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.