Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 09:08
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Pensavo che non l’avrei mai più sentita”, il marito di Kamala Harris racconta il loro primo appuntamento al buio

Immagine di copertina
Doug Emhoff e Kamala Harris

Il marito di Kamala Harris racconta il loro primo appuntamento al buio

Come è stato per Jill e Joe Biden, anche Kamala Harris e il marito Doug Emhoff si sono conosciuti a un appuntamento al buio organizzato dai colleghi quando lei era ancora procuratore generale della California (prima donna procuratore distrettuale di San Francisco, prima donna procuratore generale della California prima ancora di infrangere il “soffitto di cristallo” della vicepresidenza, ndr). E in una nuova intervista rilasciata alla CBS News, la vicepresidente Usa e il marito rivelano curiosi dettagli del loro primo incontro.

“Uno dei miei amici era in città e siamo andati a una partita dei Lakers“. Doug Emhoff racconta il momento in cui ha deciso di fissare l’appuntamento al buio con Kamala Harris. “Io e i miei amici ci siamo seduti sugli spalti e abbiamo formulato questo testo, che era qualcosa del tipo, ‘Ehi, sono Doug’. È stato imbarazzante”, ha ricordato il marito della Harris. Dopo alcuni scambi di sms, Doug Emhoff ha raccontato di aver chiamato Harris. “Le ho lasciato questo ridicolo messaggio vocale, che lei ha salvato e riprodotto ogni anno nel nostro anniversario”, rivela. “Pensavo che dopo quel messaggio non l’avrei mai più sentita, ma…”, spiega lui. E Kamala Harris finisce la frase: “Ma, è stato… adorabile”. Al termine dell’intervista Kamala Harris ha rivelato di aver cercato su Google Doug Emhoff prima di incontrarlo per la prima volta nell’appuntamento al buio. “Non me l’hanno mai chiesto! L’ho fatto! … È così divertente che tu mi abbia fatto questa domanda”, ha detto la vicepresidente al giornalista della CBS.

kamala harris marito

Kamala Harris e Doug Emhoff sono coetanei (56 anni), si sono sposati nel 2014 dopo un anno di frequentazione. Lei per la prima volta, lui per la seconda. Doug Emhoff è stato infatti sposato per 25 anni con Kerstin Mackin, produttore cinematografico di Hollywood, con la quale ha avuto due figliCole ed Ella. Come la moglie Kamala Harris anche il marito Doug Emhoff è entrato nella storia americana: lei come prima vicepresidente donna (e nera) e lui come primo “second gentleman” degli Stati Uniti. E non solo: è anche il primo ebreo nel quartetto composto dal presidente, il suo vice e i loro coniugi.

Chi è Doug Emhoff, il marito di Kamala Harris

Il primo “second gentleman” degli Stati Uniti è nato il 13 ottobre 1964 nel quartiere di Brooklyn da una famiglia ebrea a New York City si era poi trasferito in California e ha studiato legge alla California State University. Avvocato specializzato in diritto del mondo dello spettacolo, ad agosto, quando la moglie è stata scelta per il ‘ticket’ presidenziale da Biden, si è messo in congedo dalla multinazionale DLA Piper (senza stipendio quando guadagnava un milione di dollari all’anno) per timore di conflitti di interesse: ha già detto che lavorerà alla Casa Bianca occupandosi di giustizia per i più svantaggiati.

Emhoff, che durante la campagna elettorale ha attraversato il Paese e ha partecipato attivamente – su Zoom o di persona – alla campagna democratica, aveva aumentato il numero di viaggi quando Joe Biden si era confinato nella sua casa di Wilmington per la pandemia di Covid. E ha celebrato l’elezione della moglie a vicepresidente condividendo una foto di se stesso mentre l’abbraccia, pochi minuti dopo che i grandi network televisivi avevano assegnato la vittoria della Casa Bianca a Joe Biden. I due erano fuori in un parco a fare sport. E sotto la foto, Doug Emhoff, ha scritto: “Sono così orgoglioso di te”. Papà, marito di Kamala Harris, avvocato, aspirante golfistadifensore della giustizia e dell’uguaglianza“, così si descrive su Twitter.

kamala harris marito

Leggi anche: 1. Anche il marito di Kamala Harris entra nella storia: Doug Emhoff è il primo “second gentleman” degli Usa; // 2. Kamala Harris entra nella storia: è la prima donna (nera e asiatica) a diventare vicepresidente degli Usa; // 3. Kamala Harris al telefono con il nuovo presidente Biden: ”Ce l’abbiamo fatta, Joe!” | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Costume / Come funziona il noleggio auto a lungo termine
Costume / Iris Apfel, i 100 anni della “starlet geriatrica” che ha rivoluzionato lo stile e la moda
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Ti potrebbe interessare
Costume / Come funziona il noleggio auto a lungo termine
Costume / Iris Apfel, i 100 anni della “starlet geriatrica” che ha rivoluzionato lo stile e la moda
Costume / Imparare a parlare inglese con l’accento della famiglia reale inglese
Costume / Sui social sembriamo una grande comunità e invece è solo solitudine di massa
Costume / “Donne lampadario” alla festa di compleanno di Diletta Leotta: scoppia la polemica
Costume / Buon Ferragosto 2021: le frasi e le immagini più belle di auguri da condividere
Costume / Alessandra Mussolini: “Sono una ragazza di sinistra”
Costume / San Lorenzo 2021: quando, dove e come vedere le stelle cadenti
Costume / San Lorenzo 2021, la notte delle stelle cadenti: le frasi più belle da dedicare
Costume / Il nuovo settimanale di The Post Internazionale