Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Anche il marito di Kamala Harris entra nella storia: Doug Emhoff è il primo “second gentleman” degli Usa

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 8 Nov. 2020 alle 17:58 Aggiornato il 9 Nov. 2020 alle 15:08
2.7k
Immagine di copertina
Kamala Harris e il marito Doug Emhoff

Chi è Doug Emhoff, il marito di Kamala Harris

Come la moglie Kamala Harris anche il marito Doug Emhoff è entrato nella storia americana: lei come prima vicepresidente donna (e nera) e lui come primo “second gentleman” degli Stati Uniti. E non solo: è anche il primo ebreo nel quartetto composto dal presidente, il suo vice e i loro coniugi.

kamala harris marito
Credit Image: © Biden For President/ZUMA Wire

Ma le curiosità non sono di certo finite qui. Come è stato per Jill e Joe Biden, anche Kamala Harris e Doug Emhoff si sono conosciuti a un appuntamento al buio organizzato dai colleghi quando lei era ancora procuratore generale della California (un’altra “prima volta” della Harris. Prima donna procuratore distrettuale di San Francisco, prima donna procuratore generale della California prima ancora di infrangere il “soffitto di cristallo” della vicepresidenza). I due, tra le altre cose coetanei (56 anni), si sono sposati nel 2014 dopo un anno di frequentazione. Lei per la prima volta, lui per la seconda. Doug Emhoff è stato infatti sposato per 25 anni con Kerstin Mackin, produttore cinematografico di Hollywood, con la quale ha avuto due figli, Cole ed Ella.


Il primo “second gentleman” degli Stati Uniti è nato il 13 ottobre 1964 nel quartiere di Brooklyn da una famiglia ebrea a New York City si era poi trasferito in California e ha studiato legge alla California State University. Avvocato specializzato in diritto del mondo dello spettacolo, ad agosto, quando la moglie è stata scelta per il ‘ticket’ presidenziale da Biden, si è messo in congedo dalla multinazionale DLA Piper (senza stipendio quando guadagnava un milione di dollari all’anno) per timore di conflitti di interesse: ha già detto che lavorerà alla Casa Bianca occupandosi di giustizia per i più svantaggiati.

Emhoff, che durante la campagna elettorale ha attraversato il Paese e ha partecipato attivamente – su Zoom o di persona – alla campagna democratica, aveva aumentato il numero di viaggi quando Joe Biden si era confinato nella sua casa di Wilmington per la pandemia di Coronavirus. E ha celebrato l’elezione della moglie a vicepresidente condividendo una foto di se stesso mentre l’abbraccia, pochi minuti dopo che i grandi network televisivi avevano assegnato la vittoria della Casa Bianca a Joe Biden. I due erano fuori in un parco a fare sport. E sotto la foto, Doug Emhoff, ha scritto: “Sono così orgoglioso di te”. Papà, marito di Kamala Harris, avvocato, aspirante golfista, difensore della giustizia e dell’uguaglianza“, così si descrive su Twitter.

kamala

Leggi anche: 1. Kamala Harris entra nella storia: è la prima donna (nera e asiatica) a diventare vicepresidente degli Usa; // 2. Kamala Harris al telefono con il nuovo presidente Biden: ”Ce l’abbiamo fatta, Joe!” | VIDEO

2.7k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.