Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:06
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Malala è tornata in Pakistan per la prima volta da quando i Taliban le spararono

Immagine di copertina
Malala nel 2012, quando aveva 15 anni, è sopravvissuta a un'aggressione dei Taliban.

L'attivista premio Nobel per la Pace rientra in patria dopo sei anni

Malala Yousafzai, l’attivista e blogger pakistana premio Nobel per la pace, è tornata in Pakistan per la prima volta da quando è stata attaccata da militanti Taliban, nel 2012.

L’attivista rimarrà nel paese quattro giorni, durante i quali è previsto un incontro con il primo ministro Shahid Khaqan Abbasi. I dettagli del viaggio sono tenuti segreti.

Il 9 ottobre 2012, quando aveva 15 anni, Malala, all’epoca studentessa, fu vittima di un attacco per mano dei Taliban mentre viaggiava a bordo di uno scuolabus che la riportava a casa, nella Valle dello Swat.

Durante il tragitto, il mezzo venne assaltato da un gruppo di miliziani. Uno di loro salì a bordo del bus e chiese ai passeggeri, principalmente studentesse, chi fosse Malala.

Diversi colpi di arma da fuoco vennero esplosi a distanza ravvicinata contro la ragazza, che fu ferita gravemente al collo e alla testa. Trasportata d’urgenza in un ospedale del paese, la giovane pakistana venne poi trasferita in una struttura più all’avanguardia a Birmingham, in Inghilterra, dove ricevette le cure adeguate.

Dopo un lungo periodo di degenza e riabilitazione, Malala e la sua famiglia hanno deciso di rimanere in pianta stabile a Birmingham. Qui, la giovane studentessa pakistana ha frequentato la Edgbaston Hig School.

Da allora il suo impegno a favore dell’istruzione femminile ha subito un’accelerazione.

Dopo cinque anni e mezzo Malala è tornata in Pakistan. Le televisioni locali l’hanno filmata, dopo il suo arrivo, con i suoi genitori all’aeroporto internazionale Benazir Bhutto di Islamabad sotto stretta sorveglianza.

Non è stato confermato se l’attivista visiterà la città natale della sua famiglia, Swat, nel nord-ovest rurale del paese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il filosofo Galimberti: "Non bisogna umiliare Putin? Non si tratta con i dittatori"
Esteri / Musk: "Compro Twitter solo se dimostrano che i profili fake sono meno del 5%"
Esteri / Aborto Usa & getta: ecco l’eredità oscurantista di Trump
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il filosofo Galimberti: "Non bisogna umiliare Putin? Non si tratta con i dittatori"
Esteri / Musk: "Compro Twitter solo se dimostrano che i profili fake sono meno del 5%"
Esteri / Aborto Usa & getta: ecco l’eredità oscurantista di Trump
Esteri / Guerra in Ucraina, sospesi i negoziati. Azovstal: evacuati 260 soldati. La Svezia firma la richiesta di adesione alla Nato. Il Cremlino: "Azioni Occidente contro Russia sono una guerra"
Esteri / Chi è Elisabeth Borne, la nuova premier francese nominata da Emmanuel Macron
Esteri / Il Libano verso una nuova era politica: Hezbollah perde la maggioranza
Esteri / Francia, Macron nomina premier Élisabeth Borne
Esteri / “Stefania”: un soldato ucraino canta il brano che ha vinto l’Eurovision mentre cadono le bombe a Mariupol | VIDEO
Esteri / Russia, la giornalista del blitz anti-Putin denunciata dal marito: “Non vuole farmi vedere i nostri figli”
Esteri / Dopo 32 anni, McDonald’s lascia definitivamente la Russia: in vendita 850 ristoranti