Stupra e uccide una bambina di 6 anni: gli abitanti del villaggio lo bruciano vivo in piazza

L'episodio si è verificato nel villaggio di Cahoatan, in Messico

Di Marco Nepi
Pubblicato il 17 Gen. 2020 alle 07:48 Aggiornato il 17 Gen. 2020 alle 07:51
9k
Immagine di copertina

Linciato dalla folla dopo lo stupro di una bambina

Un uomo è stato linciato dalla folla per aver stuprato e ucciso una bambina di 6 anni.

Si chiama Alfredo Roblero, e gli abitanti del villaggio messicano di Cahoatan, nello stato del Chapas, lo hanno cosparso di benzina e gli hanno dato fuoco quando hanno scoperto la violenza che aveva inflitta alla piccola bambina.

La vittima aveva sei anni e si chiamava Jarid.

Dopo giorni di ricerca, il suo piccolo corpo era stato trovato sul ciglio della strada con evidenti segni di violenza.

Secondo quanto riporta un tabloid britannico, quando gli abitanti del villaggio hanno scoperto che a ucciderla è stato Roblero, hanno deciso di dare una lezione all’uomo: lo hanno legato mani e piedi, cosparso di benzina e dato fuoco.

Tutto è stato filmato dai presenti, e le immagini sono finite in rete.

A scoprire cosa era successo è stato lo zio della bambina, che ha confessato di aver provato a consegnare l’uomo alla polizia. Ma la folla ha preferito mettere fine alla vita dell’uomo, optando per una giustizia “fai da te”.

Sulla morte di Roblero è stata aperta un’indagine.

Leggi anche:

Giappone, la giornalista Shiori Ito vince causa da 27mila euro per stupro: era stata violentata da un famoso reporter

9k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.