Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:18
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il leader d’opposizione cambogiano è stato accusato di tradimento

Immagine di copertina
Il leader d'opposizione in Cambogia Kem Sockha. Credit: Samrang Pring

Kem Sokha è stato arrestato domenica 3 settembre, rischia dai 15 ai trent'anni di carcere con l'accusa di aver complottato contro il paese insieme agli Stati Uniti

Il capo dell’opposizione in Cambogia, Kem Sokha è stato accusato di tradimento e rischia una condanna da 15 a 30 anni di carcere. Lo ha annunciato la corte municipale di Phnom Penh martedì 5 settembre, a due giorni di distanza dall’arresto del leader.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook, ecco come. Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera 

Nel paese asiatico si è assistito a un’escalation di tensione tra il governo e l’opposizione, dopo che il primo ministro Hun Sen ha accusato Kem Sokha di tramare con gli Stati Uniti contro la Cambogia.

Il leader d’opposizione sarà ora accusato di collusione con gli stranieri, sulla base dell’articolo 443 del codice penale cambogiano.

Kem Sokha è il presidente del Cambodia National Rescue Party (Cnrp). L’accusa nei suoi confronti si basa su un filmato del 2013 pubblicato online, in cui Sokha afferma di avere il supporto degli Stati Uniti per sviluppare la propria strategia politica.

Hun Sen è primo ministro della Cambogia dal 1993 e si sta preparando a una dura sfida in occasione delle elezioni del prossimo anno.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, l’indiscrezione del New York Times: “Biden non annuncerà l’eventuale ritiro prima della visita di Netanyahu”
Esteri / Yemen: gli Houthi rispondono al raid di Israele e attaccano una nave nel Mar Rosso
Esteri / Yemen: Israele ha bombardato il porto di Hodeidah controllato dagli Houthi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, l’indiscrezione del New York Times: “Biden non annuncerà l’eventuale ritiro prima della visita di Netanyahu”
Esteri / Yemen: gli Houthi rispondono al raid di Israele e attaccano una nave nel Mar Rosso
Esteri / Yemen: Israele ha bombardato il porto di Hodeidah controllato dagli Houthi
Esteri / Biden pronto all'addio dopo le pressioni dei democratici: "Potrebbe annunciarlo già nel fine settimana"
Esteri / Guasti informatici in tutto il mondo: aerei a terra e problemi a media e banche
Esteri / Attacco con drone a Tel Aviv vicino all'ambasciata Usa: 1 morto, diversi feriti. L'azione rivendicata dagli Houthi
Esteri / Arabia Saudita, Riad giustizia altri due condannati a morte: oltre 100 esecuzioni dall’inizio del 2024
Esteri / Gaza: Amnesty International denuncia la “tortura diffusa” dei palestinesi da parte di Israele
Esteri / Ursula von der Leyen rieletta presidente della Commissione Ue con 401 sì: FdI vota contro
Esteri / Biden ha il Covid e per la prima volta considera l'ipotesi del ritiro: "Pensate che Kamala Harris possa vincere?"