Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:01
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In Kenya alcuni studenti incendiano un collegio per protesta contro il divieto di guardare Euro 2016

Immagine di copertina

Si è trattato del ventesimo incendio doloso degli ultimi 6 mesi, secondo la stampa locale. I danni causati ammontano a "milioni e milioni e milioni" di scellini kenioti

Sabato 26 giugno alcuni studenti del collegio maschile Itierio, nella contea di Kisii, nell’ovest del Kenya hanno scatenato disordini e dato fuoco a sette degli undici dormitori dell’istituto perché non era stato loro concesso di rimanere svegli a guardare la partita di calcio di Euro 2016, Croazia-Portogallo.

Si è trattato del ventesimo incendio doloso negli ultimi sei mesi, secondo il Kenya’s Standard. I roghi sono infatti un fenomeno ricorrente negli istituti scolastici del paese e spesso letali: il caso più drammatico risale al 2001, quando 63 studenti del liceo Kyanguli a Machakos rimasero uccisi. 

La partita degli ottavi di finale degli Europei francesi sarebbe incominciata alle 22 ora locale, oltre all’orario permesso dal regolamento della scuola. Le autorità di polizia sembrano confermare che il calcio sia uno dei moventi dietro alla reazione violenta del gruppo di giovani.

Recentemente, la scuola aveva ricevuto critiche per l’introduzione di regole disciplinari più severe. Alle 8, due ore prima del calcio di inizio, gli studenti hanno incominciato a tirare pietre, causando danni alle finestre di diversi edifici del complesso scolastico, reclamando i loro diritti, come ricorda il preside Andrew Otara.

I ragazzi in rivolta hanno danneggiato non solo i loro dormitori, ma hanno attaccato anche la scuola femminile che si trovava nei dintorni, tirando pietre che hanno danneggiato un laboratorio e una biblioteca.

Gli studenti hanno anche devastato l’ufficio del preside e la mensa. Oltre 850 persone sono state evacuate e costrette a passare la notte al freddo.

La polizia e l’unità di crisi intervenute “sono state ostacolate dagli studenti disobbedienti”, secondo il governatore della contea James Ongwae. I danni causati ammontano a “milioni e milioni e milioni” di scellini kenioti.

Le autorità hanno ribadito la loro volontà di punire i capibanda e lo stesso Ongwae ha assicurato che le autorità faranno il possibile per aiutare l’istituto Itierio a rimettersi in sesto.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dalla Polonia al Brasile: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa