Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:16
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’Iran ha rilasciato la studiosa iraniano-canadese arrestata a giugno

Immagine di copertina

Homa Hoodfar è stata rilasciata per ragioni umanitarie correlate al suo stato di salute. È un'esperta di genere e islam

L’Iran ha rilasciato oggi, lunedì 26 settembre 2016, la studiosa iraniano-canadese Homa Hoodfar, arrestata a Teheran in giugno, una settimana dopo che i due paesi hanno avviato dei colloqui per restaurare le relazioni diplomatiche rotte quattro anni fa.

Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Bahram Qasemi ha dichiarato che il rilascio è stato dovuto a ragioni di tipo umanitario incluso lo stato di salute della donna.

Qasemi ha aggiunto che Hoodfar, 65 anni, insegnante presso la Concordia University di Montreal ed esperta di genere e islam, ha lasciato il paese ed è in viaggio verso il Canada via Oman.

Il primo ministro canadese Justin Trudeau ha ringraziato l’Oman, l’Italia e la Svizzera per aver assistito Ottawa, che non ha rappresentanza diplomatica in Iran, nei negoziati per il rilasciato di Hoodfar.

“Vorrei anche rendere merito alle autorità iraniane che hanno lavorato per il rilascio e il rimpatrio di Hoodfar, avendo compreso che casi come questo impediscono lo sviluppo di relazioni più produttive tra i nostri paesi”.

Nel 2012, il Canada aveva rotto le relazioni diplomatiche con Teheran, chiudendo la propria ambasciata ed espellendo i diplomatici iraniani, dopo aver denunciato la Repubblica islamica come la maggiore minaccia alla sicurezza mondiale, principalmente per via del suo programma nucleare e dell’assistenza militare prestata al presidente siriano Bashar al-Assad.

Dopo aver concluso un significativo accordo sul proprio programma nucleare con i maggiori poteri mondiali a luglio dello scorso anno, Teheran sta cercando di mettere fine al suo lungo isolamento con i paesi occidentali.

Tuttavia, i falchi iraniani non approvano tale apertura. Le guardie rivoluzionarie iraniane hanno arrestate almeno sette cittadini con doppia nazionalità o espatriati in visita in Iran nel corso dell’ultimo anno.

— Leggi anche: L’Iran ha arrestato una ricercatrice canadese iraniana

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo