Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:29
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Sesso con uno studente di 17 anni: insegnante incastrata dal liquido corporeo trovato in aula

Immagine di copertina
Edna Mabel Longoria

Un’insegnante di 39 anni ha avuto rapporti sessuali con il suo alunno di 17. È successo in Texas, Stati Uniti, dove Edna Mabel Longoria, docente di scienze della salute nella città di Mission, è stata tratta in arresto lo scorso 28 marzo. L’accusa che pende sulla sua testa è quella di violenza sessuale aggravata.

Gli incontri con lo studente 17enne sarebbero avvenuti in un’aula dell’edificio scolastico. La stessa in cui l’insegnante di scienze della salute teneva le sue lezioni. A incastrarla sarebbero state le tracce di liquido corporeo trovate proprio in quell’aula.

La donna è finita sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti proprio grazie al ragazzino, che avrebbe rivelato al preside della scuola di avere una relazione con la docente dallo scorso febbraio. Secondo quanto confessato dallo studente anche alla polizia, gli incontri sessuali sarebbero stati diversi e ripetuti nel corso degli ultimi mesi.

Scattate le indagini, gli agenti sono riusciti ad acquisire anche una serie di messaggi “di natura esplicitamente sessuale” che la prof inviava al ragazzino. La donna è stata rilasciata dopo aver pagato una cauzione di 50mila dollari. La 39enne non potrà tornare a insegnare a scuola, perché momentaneamente sospesa dal suo incarico. Ora dovrà presentarsi davanti a un giudice e, se colpevole, rischia fino a venti anni di reclusione.

In un comunicato diffuso dalla direzione dell’istituto scolastico si legge che “la sicurezza e il benessere degli studenti sono una priorità assoluta nella nostra scuola. I funzionari prendono sul serio tutte le accuse che possono influenzare la serenità dei nostri ragazzi”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Esteri / Libano, violenti scontri a Beirut: almeno 5 morti e 30 feriti
Esteri / Il direttore dell'Oms: "Non esclusa l'ipotesi della fuoriuscita dal laboratorio"
Esteri / Al Sisi: sui diritti umani “non accettiamo diktat europei”
Esteri / Come agisce il "sistema di terrore" della National Security Agency egiziana
Esteri / Cosa si può fare per cambiare in meglio Facebook
Esteri / Austria, Sebastian Kurz si dimette: indica Schallenberg come successore
Esteri / Dodici Paesi Ue vogliono muri anti-migranti: da una parte noi con i nostri diritti, dall’altra bestie da allontanare