Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Incidenti Boeing 737 Max, un rapporto accusa la compagnia: “Mix orribile di errori, difetti di ingegneria e cattiva gestione”

Immagine di copertina

Incidenti 737 Max, rapporto accusa la Boeing: “Mix orribile di errori”

Dopo ben 18 mesi di indagini, oggi è stato reso pubblico il rapporto conclusivo del Congresso americano sui due tragici incidenti avvenuti in Indonesia e in Etiopia a ottobre 2018 e marzo 2019, entrambi a bordo del Boeing 737 Max. Secondo il rapporto, redatto dalla House Transportation Committee e lungo ben 238 pagine, si punta il dito contro la compagnia aerea e la Federal Aviation Administration (FAA). I due incidenti – si legge – “sono stati il culmine orribile di una serie di ipotesi tecniche errate da parte degli ingegneri della Boeing, una mancanza di trasparenza da parte della direzione di Boeing e una supervisione gravemente insufficiente da parte della FAA”.

Il rapporto del Congresso è il sunto di interrogatori, colloqui con i dipendenti dell’azienda e oltre 600mila pagine di documenti raccolti nel corso di un anno e mezzo di indagini sui due incidenti, in cui sono rimaste uccise in totale 346 persone (189 nel volo Lion Ari 610 e 157 in quello Ethiopian Airlines 302). Da allora ai Boeing 737 Max, “protagonisti” di entrambi gli incidenti, è stato impedito di tornare in cielo, anche se l’azienda dovrebbe essere autorizzata a volare di nuovo nei prossimi mesi dopo una revisione del software “responsabile” dei due schianti. “Queste tragedie non sarebbero mai dovute accadere”, ha detto Peter DeFazio, il rappresentante democratico dell’Oregon e presidente della commissione d’inchiesta. “Prenderemo provvedimenti per fare in modo che non accada mai più”, ha continuato.

Nel materiale dell’inchiesta, spiccano anche le dichiarazioni – risalenti al giugno del 2016 – di uno dei dipendenti, che manifestava preoccupazione per il fatto che l’MCAS (Maneuvering Characteristics Augmentation System) potesse contrastare i comandi del pilota durante un volo di prova e che i dati dei sensori difettosi potessero causare problemi al sistema. I suoi colleghi, però, avevano minimizzato. Ma i problemi con la connessione tra i sensori e l’MCAS sono stati identificati come un fattore importante nei due incidenti. Altri dipendenti, però, in quel periodo definivano il Boeing 737 Max un “aereo progettato da pagliacci con la supervisione di scimmie”, così ridicolo che sembra “uno scherzo” e su cui nessuno “farebbe viaggiare la sua famiglia”.

Tra le confessioni all’interno dell’inchiesta c’è poi quella dell’ingegnere a capo del progetto per l’aereo 737 Max di Boeing, che ha confermato di aver approvato una modifica di progettazione critica al software sul velivolo, ma di non essere a conoscenza dei dettagli chiave su come funzionasse né della presenza di un precedente avvertimento di un pilota collaudatore che se il sistema non avesse funzionato correttamente i risultati potevano essere “catastrofici”. Ed è qui che subentrano le lacune nella supervisione che hanno permesso alle autorità di regolamentazione federali di certificare che l’aereo fosse sicuro. L’inchiesta fa emergere inoltre una certa “pressione” dell’azienda nei confronti dei suoi dipendenti, chiamati a vendere i nuovi aerei rapidamente senza richiedere ai loro piloti di sottoporsi a una più ampia riqualificazione. Si parla addirittura di “orologi con conto alla rovescia” appesi sul muro di una sala conferenze.

Secondo gli investigatori, Boeing ha avuto “molteplici opportunità” per spostare “la traiettoria del design e dello sviluppo del Max verso un corso più sicuro”. I due incidenti, quindi, sono “una chiara prova che l’attuale sistema di regolamentazione è fondamentalmente difettoso e deve essere riparato”.

Leggi anche: 1. Boeing vuole far tornare operativo il 737 Max / 2. Usa, Trump impone lo stop ai Boeing 737: “A terra con effetto immediato” / 3. Boeing avvisa le compagnie aeree: “C’è una parte difettosa sulle ali dei 737 Max. Va sostituita” / 4. Come scoprire se il tuo aereo è un Boeing 737 Max 8 / 5. “Un aereo progettato dai clown: non ci metterei la mia famiglia”: le parole dei dipendenti di Boeing sul 737 Max delle tragedie

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda