Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Greta Thunberg vittima di body shaming da parte di un quotidiano cinese

Immagine di copertina
Credit: Facebook

Greta Thunberg vittima di body shaming. A offendere l’attivista è il quotidiano cinese China Daily. In un articolo pubblicato la scorsa settimana dal giornale di Stato, Greta è stata derisa per il suo peso ed etichettata come una “principessa ambientale”, dopo che aveva esortato la Cina a ridurre le sue emissioni, decisamente alte, e fare così di più per affrontare il cambiamento climatico. “Essere vittima di fat shaming dai media statali cinesi è un’esperienza piuttosto strana anche per i miei standard”, ha commentato su Twitter la 18enne nota in tutto il mondo per le sue battaglie a favore dell’ambiente.

“Sebbene affermi di essere vegana, a giudicare dai risultati della sua crescita, le sue emissioni di carbonio in realtà non sono basse”, si legge nel pezzo firmato dallo scrittore cinese Tang Ge. L’autore ha anche accusato Greta di avere “doppi standard” nel richiamare la Cina e nel non criticare lo stile di vita europeo e americano. “La principessa non ha mai piantato un albero nel deserto. Al contrario, è andata in giro, tenendo in mano diversi cartelli di protesta che hanno inquinato l’ambiente”, ha poi aggiunto Ge. L’autore ha diffuso il suo articolo prima sui social media e sull’app di messaggistica cinese WeChat, e poi è stato ripreso dal quotidiano di proprietà del Partito Comunista Cinese.

Il contestato articolo arriva in risposta a un tweet di inizio maggio nel quale la giovane attivista aveva pubblicato un articolo in cui si affermava che nel 2019 la Cina ha emesso più gas serra di tutti i Paesi sviluppati, aggiungendo che la crisi climatica non può essere risolta a meno che il Paese non “cambi drasticamente rotta”. I media statunitensi hanno ripreso la notizia bollando come esempio di body shaming l’attacco del giornale cinese.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I quoll rischiano l’estinzione: non dormono per fare più sesso
Esteri / Tragedia in Francia: morti 7 bambini e la loro madre in un incendio. Grave il padre
Esteri / Terremoto: colpita anche Aleppo, già martoriata dalla guerra civile | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / I quoll rischiano l’estinzione: non dormono per fare più sesso
Esteri / Tragedia in Francia: morti 7 bambini e la loro madre in un incendio. Grave il padre
Esteri / Terremoto: colpita anche Aleppo, già martoriata dalla guerra civile | VIDEO
Esteri / Terremoto in Turchia, le immagini della devastazione | VIDEO
Esteri / “Putin mi ha promesso che non ucciderà Zelensky”: il racconto dell’ex premier israeliano
Esteri / Papa Francesco, concluso il viaggio in Africa: “I cristiani possono cambiare la storia”
Esteri / La Cina minaccia “azioni in risposta” all’abbattimento del pallone spia che sorvolava gli Stati Uniti
Esteri / Nonna si tatua tutto il corpo (tranne il viso): “Orgogliosa di essere una tela vivente”
Esteri / Stati Uniti, abbattuto il pallone-spia cinese. La Difesa: “Sorvegliava siti strategici”
Esteri / La svolta autoritaria di Netanyahu rischia di trasformare Israele in una democratura