Covid ultime 24h
casi +28.352
deceduti +827
tamponi +222.803
terapie intensive -64

Forte terremoto fra Grecia e Turchia: almeno 14 morti e 400 feriti | DIRETTA

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 30 Ott. 2020 alle 13:43 Aggiornato il 30 Ott. 2020 alle 18:15
132

Terremoto di magnitudo 6.6 tra Grecia e Turchia: danni a Samos e Smirne

Sono 14 le vittime accertate finora dopo il terremoto di magnitudo 6.6 registrato nel mar Egeo, tra la Turchia e la Grecia. I feriti fino a questo momento sarebbero almeno 400. Secondo la protezione civile di Ankara, Afad, continuano le ricerche dei superstiti in almeno 17 edifici colpiti a Smirne. Il sisma, che invece secondo l’istituto di geofisica americano Usgs ha avuto una magnitudo di livello 7, ha colpito e provocato danni sia sull’isola greca di Samos, nell’arcipelago del Dodecaneso, che nella città di Smirne, in Turchia, dove decine di palazzi sono crollati. La scossa principale, durata 45 secondi, ha avuto luogo al largo della città di Seferihisar, vicino Smirne, tanto forte da essere avvertita nelle vicine isole greche, ad Atene e nella metropoli di Istanbul, dove in alcune aree la gente si è riversata in strada per alcuni minuti. Persino in Italia, nella zona del Salento, qualcuno ha avvertito la terra tremare.

Alla scossa principale sono seguite altre 21 scosse di magnitudo compresa tra i 3,9 e i 4,8 gradi. In base a quanto reso noto dall’Afad, l’epicentro del sisma si trova a una profondità di 16,5 chilometri e a una distanza di 17 chilometri dalla costa. I media turchi riferiscono di decine di edifici crollati a Smirne. Diverse ore dopo il primo sisma, alle 17.06, è stata avvertita una seconda scossa di terremoto di magnitudo 5,1 al largo della costa occidentale turca, a 20 chilometri dalla provincia di Aydin. Lo ha reso noto la Protezione civile turca. Il premier greco, Kyriakos Mitsotakis, ha chiamato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, per offrirgli le sue condoglianze per le vittime del terremoto e i due Paesi, spesso divisi da tensioni diplomatiche, si sono promessi aiuto reciproco. La Turchia è percorsa da due faglie che la rendono un Paese ad altissimo rischio sismico, mentre la Grecia si trova su importanti faglie geologiche e i terremoti sono frequenti soprattutto in mare, il più delle volte senza causare vittime. La prefettura di Smirne ha fatto sapere che 75 persone sono state estratte dalle macerie dei palazzi distrutti dal terremoto.

Terremoto tra Grecia e Turchia, 2 morti a Samos

Il terremoto che ha colpito la regione dell’Egeo ha causato almeno 2 morti e diversi feriti a Samos. Lo televisione pubblica greca ha riferito che le due vittime sono due giovani di 15 e 17 anni rimasti uccisi dal crollo di un muro. I feriti sono stati ricoverati nell’ospedale locale. Il viceministro per la protezione civile, Nikos Hardalias, lo stesso che gestisce la risposta all’epidemia da Coronavirus, è partito alla volta dell’isola in elicottero. L’aeroporto è stato chiuso per verificare l’entità di eventuali danni. Secondo quanto riferisce la tv di Stato greca, dopo la forte scossa di 6.6 gradi Richter nell’Egeo al largo dell’isola di Samos si è innescato un mini tsunami. Tra gli edifici danneggiati c’è la chiesa di Panagia Theotokou a Karlovasi, la cui facciata è in parte crollata.

Edifici crollati e persone intrappolate a Smirne: 12 morti

Una delle città più colpite dal terremoto – oltre a Samos – è stata quella di Smirne, in Turchia, dove decine di edifici sarebbero crollati nelle aree di Buca e Bayrakli in seguito al forte sisma, come confermato dal ministro degli Interni, Suleyman Soyu. Ci sono al momento 12 vittime e 75 persone estratte dalle macerie ferite in maniera non grave proprio nell’area di Bayrakli. I feriti sarebbero in tutto più di 400. Lo ha reso noto la Protezione civile turca in un comunicato. Il sindaco di Smirne, Tunc Soyer, ha dichiarato che sono almeno 20 gli edifici che hanno riportato danni strutturali importanti o crollati parzialmente e sei quelli crollati. Le autorità hanno fatto appello a non rientrare nelle abitazioni.

Abitanti e soccorritori cercano superstiti dopo il crollo di un edificio nella città turca di Smirne. Credits: Twitter

Intanto il responsabile della Presidenza per gli affari religiosi di Ankara ha fatto sapere che gli abitanti della provincia di Smirne che nelle prossime ore non potranno rientrare nelle loro abitazioni per motivi di sicurezza a seguito del terremoto nel mar Egeo “potranno essere ospitati nelle moschee distribuite sul territorio “per quanto vorranno”.

Il video dell’edificio di otto piani che crolla a Smirne

Negli ultimi minuti è diventato virale su Twitter il filmato di un edificio di otto piani che collassa interamente su se stesso a Smirne.

Notizia in aggiornamento

Terremoto tra Grecia e Turchia – VIDEO

Leggi anche: Terremoto oggi in Italia 30 ottobre 2020: tutte le ultime scosse | Tempo reale

132
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.