Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni

Immagine di copertina

Tra le vittime di un bombardamento israeliano di mercoledì notte spicca il nome di Reema Saad, una giornalista di 30 anni, al quarto mese di gravidanza. Con lei hanno perso la vita il marito e i due figli. Come ricostruisce la testata Middle East Eye, la giornalista si trovava nel suo appartamento nel sobborgo di Tal al-Hawa, a sud di Gaza City, quando intorno all’1:30 di notte l’edificio è stato colpito dall’ennesimo raid, che non ha lasciato scampo a nessun membro della sua famiglia.

Dopo il bombardamento, i soccorsi sono intervenuti per estrarre le persone rimaste sotto le macerie: il corpo di Reema è stato trovato senza vita, mentre il marito e il figlio più piccolo sono stati portati in ospedale, dove sono poi deceduti. Dispersa la piccola Mariam.

Reema avrebbe voluto che la prossima a nascere fosse una bambina, ma avrebbe scoperto il sesso solo dopo qualche giorno, dopo l’Eid al-Fitr, che segna la fine del mese sacro musulmano del Ramadan. “Quando ha scoperto di essere incinta, Reema era molto felice”, ha detto a Middle East Eye Samar Saad, la sorella della giornalista, aggiungendo: “Suo figlio Zaid sperava che il bambino fosse un maschio in modo che lo chiamasse Zain, ma Mariam voleva una sorellina e piangeva ogni volta che la prendevamo in giro dicendole che era un maschietto”.

Reema e Zaid sono tra i 192 civili palestinesi uccisi da inizio settimana, quando Israele ha avviato bombardamenti sulla Striscia di Gaza in risposta al lancio di missili da parte di Hamas. Almeno 192 persone, tra cui 58 bambini e 34 donne, sono state uccise nella Striscia di Gaza dall’inizio delle ultime violenze. Israele ha denunciato 10 morti, inclusi due bambini. I feriti sono 1.235.

Leggi anche: 1.Gaza brucia ancora, pioggia di bombe nella notte: “Muoiono anche i bambini” /2. Conflitto tra Israele e Hamas, Unicef: “Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti” /3. È guerra tra Israele e Hamas: pioggia di razzi su Tel Aviv e Gaza. Morte 2 donne israeliane e 28 palestinesi / 4. “Una nuova catastrofe”: com’è iniziato il peggior conflitto degli ultimi anni tra Israele e Gaza

Ti potrebbe interessare
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO