Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 20:51
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Germania, approvate nuove leggi per rendere più rapidi i rimpatri dei migranti

Immagine di copertina

Germania leggi rimpatri migranti – La Germania ha approvato delle nuove leggi sull’immigrazione molto controverse e che facilita l’allontanamento dal paese di chi non ottiene il diritto d’asilo oltre ad espandere i poteri della polizia e delle autorità competenti.

Le nuove misure servono ad “aumentare significativamente” il numero di rimpatri dato che la metà di questi dal 2015 non è stato mai effettuato, secondo quanto emerge dai dati del ministero dell’interno.

Germania: ucciso Walter Luebcke, il politico della Cdu che si batteva per i migranti

Dall’altra parte però la riforma prevede anche misure per migliorare l’accesso al mercato del lavoro per gli immigrati qualificati. Ad esempio, i migranti senza status di asilo che sono arrivati ​​prima dell’estate del 2018 potranno rimanere in Germania se hanno un lavoro e parlano il tedesco.

Sempre lo stesso pacchetto di leggi ha cancellato l’obbligo dei datori di lavoro di dimostrare di non aver trovato un cittadino tedesco o dell’Ue in grado di svolgere il lavoro per cui era stato invece assunto un migrante.

Punto controverso nella nuova riforma quindi è quello legato al rimpatrio di chi non ottiene lo statu di rifugiato e che ha trovato l’opposizione dei Verdi e del partito di estrema sinistra Die Linke.

Un tentativo fallito quello delle opposizioni, con il ministro dell’Interno Horst Seehofer che invece insistito sulla necessità di simili leggi sul rimpatrio forzato.

A sostenere le nuove leggi è anche l’ex leader del partito Socialdemocratico tedesco (SPD) Sigmar Gabriel, che incoraggiato i suoi a prendere esempio dalla Danimarca per cercare di recuperare consensi.

Positivo anche il commento di Gottfried Curio del partito di estrema destra Alternativa per la Germania, che ha inoltre specificato che se i rimpatri continuano a fallire forse la soluzione è “proteggere i confini”.

Migranti e non solo: Germania, Francia e Spagna verso un “G3” contro l’Italia di Salvini

Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L'Ungheria vieta la "promozione dell'omosessualità ai minori"
Esteri / Ikea condannata in Francia per aver fatto spiare lavoratori e clienti
Esteri / Gemelle sposano lo stesso uomo: “Stiamo provando a restare incinte nello stesso momento”
Esteri / New York, fattorino accoltellato mentre è in bici termina la consegna prima di andare in ospedale
Esteri / L’Afghanistan è senza vaccini, e i bambini pagano il prezzo dell’egoismo dei paesi ricchi
Esteri / “Pipistrelli vivi in gabbia”: il video che smentisce l’Oms | VIDEO
Esteri / “L’Ultimo G7”. La Cina irride l’Occidente, tranne l’Italia: “Lupo che resiste agli Usa”
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare