Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

George Floyd, spunta l’audio del 911: “Sono tutti seduti su di lui. Che succede?”

Il nuovo audio sulla morte di Floyd: “Ci sono poliziotti seduti su di lui”

Spunta nuovo materiale relativo alla morte di George Floyd, il 46enne afroamericano ucciso a Minneapolis il 25 maggio scorso durante l’arresto della polizia. Questa volta non si tratta di un video, ma di un audio rilasciato dalle autorità della città di Minneapolis e pubblicato dal sito di notizie statunitense BuzzFeed, relativo alla telefonata che la responsabile del 911 fece al supervisore della polizia di Minneapolis proprio mentre Floyd veniva bloccato al suolo da tre agenti. “Non ci capita di vedere spesso una dinamica simile, per questo ho pensato fosse meglio avvisarti”, dice l’operatrice all’uomo mentre guarda attraverso le telecamere i poliziotti sedersi sul corpo di Floyd.

“Può chiamarmi una spia se vuole, ma noi abbiamo le telecamere accese, gli agenti sono tutti seduti su quest’uomo, non so se avessero bisogno di te o meno, ma noi non abbiamo ricevuto nessuna segnalazione”, afferma. All’operatrice viene spiegato che la manovra è sostanzialmente prassi tra i poliziotti di Minneapolis. “Just a takedown“, “Solo un takedown”, dice il supervisore degli agenti dall’altra parte della cornetta. Ma la donna afferma di non averla vista così spesso, che in telecamera risulta “un po’ diversa” dal solito, e di aver pensato che fosse utile fare rapporto. La telefonata si conclude in modo cordiale, con il supervisore che promette di controllare cosa stia succedendo. Ma l’agente, probabilmente sottovalutando la pericolosità della situazione, arriva sul posto troppo tardi, 15 minuti dopo la chiamata – come riferisce il Minneapolis Star Tribune citando i registri del dipartimento di polizia – quando George Floyd è già in fin di vita.

John Elder, il responsabile della comunicazione della polizia di Minneapolis, ha rifiutato di rispondere alle domande di BuzzFeed in merito alla chiamata. I supervisori degli agenti di polizia come l’uomo contattato dal 911, che non è stato identificato, sono chiamati a segnalare i comportamenti scorretti da parte delle forze dell’ordine. E normalmente vengono avvisati quando la situazione richiede l’uso della forza (per questo l’operatrice dice all’agente: “Non so se avessero bisogno di te”). Ma la misura chiamata di takedown (quella applicata su George Floyd, che corrisponde al blocco di un uomo al suolo per non farlo muovere) non rientra tra quelle da segnalare. Qui l’audio pubblicato da BuzzFeed.

Leggi anche: 1. Nuovo video sulla morte di George Floyd, la polizia ignora le suppliche dei passanti | VIDEO 2. Afroamericano ucciso a Atlanta, le ultime notizie. L’autopsia: è stato omicidio, fatali due colpi di pistola alla schiena. Licenziato l’agente responsabile dell’uccisione 3. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa 4. Derek Chauvin, cosa sappiamo sul poliziotto che ha ucciso l’afroamericano George Floyd

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda