Morti per overdose in un motel, figlia di 6 mesi sola per 3 giorni accanto ai cadaveri

Di Cristiana Mastronicola
Pubblicato il 28 Mag. 2019 alle 13:21 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:20
0
Immagine di copertina
Jessica Bramer e Christian Reed

Genitori overdose neonata abbandonata

Skylah ha appena sei mesi, ma la vita è già stata crudele con lei. I suoi genitori sono morti entrambi, probabilmente a causa di una overdose. Lei è stata ritrovata accanto ai loro corpi senza vita, a tre giorni dalla tragedia.

La vicenda terribile arriva dagli Stati Uniti. Skylah e i suoi genitori sono stati ritrovati in un motel del Rodeway Inn, a Whitehall, nello stato del Michigan. Secondo quanto riportano i media, i poliziotti hanno bussato alla camera di quel motel dopo aver ricevuto una segnalazione.

Genitori overdose neonata abbandonata | La segnalazione

Qualcuno avrebbe chiesto che la coppia fosse tenuta sotto controllo, per il bene di quella bambina di sei mesi che portavano con sé. Per questo il poliziotto, quando ha notato che dalla stanza non arrivava alcun rumore, ha deciso di fare irruzione nell’appartamento.

Davanti ai suoi occhi si è materializzata una scena terribile. I corpi della 26enne Jessica Bramer e del compagno Christian Reed, di 28 anni, giacevano sul letto senza vita. La piccola Skylah era accanto a loro. Da tre giorni quella bambina vegliava i corpi senza vita della mamma e del papà.

Genitori overdose neonata abbandonata | Tracce di droga

Non distante dal letto, la polizia ha trovato tracce di stupefacenti, che farebbero pensare che i due abbiano abusato di droghe e siano così morti per un’overdose. Sui cadaveri dei due è stato condotto un esame autoptico, ma per sapere con certezza le cause della morte si dovranno attendere circa trenta giorni.

Sempre secondo quanto riportato dai media, sul passato dei due giovani calano delle ombre. Entrambi erano stati più volte arrestati. A preoccuparsi per la sorte della piccola Skylah erano stati i nonni, che si erano anche rivolti ai servizi sociali.

Skylah è stata immediatamente portata all’ospedale pediatrico Helen DeVos di Grand Rapids, dove è stata ricoverata in condizioni critiche. I medici dell’ospedale che si stanno prendendo cura della piccola hanno riferito che la bambina è stata ricoverata in un grave stato di disidratazione, ma si sta riprendendo e presto si rimetterà del tutto.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.