Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Fuma un pacchetto di sigarette da 30 anni, i polmoni sono neri come il catrame: il video

"Hai ancora il coraggio di fumare?": scrive l'ospedale che ha pubblicato il video per sensibilizzare sul tema. Le immagini hanno fatto il giro del mondo

 

 

Fumatore da 30 anni, i suoi polmoni sono neri come il catrame: il video shock

I polmoni completamente anneriti dal fumo, dopo decenni da fumatore incallito. Un primario dell’ospedale in cui è avvenuta l’operazione: che testimonia i gravi danna alla salute provocati da un consumo prolungato di tabacco. In Cina un uomo è morto a soli 52 anni a seguito di diverse patologie polmonari.

Avendo dato il via ibera alla donazione degli organi, i medici hanno proceduto all’espianto, ma hanno trovato tutti i suoi organi danneggiati dagli effetti del fumo: in particolare i polmoni, invece di essere di un sano color rosa, erano neri come il carbone. Secondo quanto riporta Fox News, l’uomo avrebbe fumato almeno un pacchetto di sigarette al giorno negli ultimi trent’anni.

Impressionati per lo stato dei suoi organi, i medici del Wuxi People’s Hospital di Jiangsu hanno deciso di realizzare un filmato girato in sala operatoria al momento dell’espianto dei pomoni e di diffonderlo in rete per sensibilizzare gli utenti sui gravi danni provocati dal fumo.

“Hai ancora il coraggio di fumare?”, scrive l’ospedale pubblicando il video. Il filmato in breve tempo è diventato virale e ha fatto il giro del mondo, ottenendo oltre 25 milioni di visualizzazioni. Molti lo hanno definito “il miglior spot contro il fumo di sempre”.

Ovviamente in quelle condizioni i polmoni del 52enne erano inutilizzabili per la donazione. Il professor Peter Openshaw, del National Heart and Lung Institute, ha affermato che il paziente aveva sofferto di enfisema polmonare: “Molti fumatori in questo paese hanno i polmoni che assomigliano a questo”.

“I test iniziali sull’ossigenazione sembravano buoni, ma quando abbiamo estratto gli organi ci siamo resi conto che era impossibile accettarli per un trapianto. Molti cinesi sono fumatori e accettiamo anche gli organi dei fumatori, ma ovviamente ci sono degli standard molto severi in merito. Ovviamente in questo caso non erano stati rispettati: avete ancora il coraggio di fumare?“, ha spiegato il dott. Chen, primario dell’ospedale in cui è avvenuta l’operazione.

Anche una sola sigaretta al giorno può causare terribili effetti sulla salute
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, rifiuta di indossare una mascherina in volo e si abbassa i pantaloni: 29enne rischia fino a 20 anni
Esteri / Tonga, un uomo è sopravvissuto 27 ore in mare dopo lo tsunami
Esteri / Olanda: “Pronti a fornire supporto militare all’Ucraina”
Esteri / L’Ue ristabilisce una “presenza minima” in Afghanistan: “Ma non riconosciamo i talebani”
Esteri / L’Ucraina accusa la Russia: “Ha aumentato le forniture militari a separatisti”
Esteri / L’Austria approva l’obbligo vaccinale: è il primo Paese in Europa
Esteri / Dopo un anno di presidenza Biden la rotta migratoria Messico-Usa è ancora un inferno: la denuncia di Msf
Esteri / Pedofilia, quasi 500 vittime di abusi nella diocesi di Monaco. Ratzinger non agì di fronte a 4 casi
Esteri / “Fateci pagare più tasse”: l’appello di cento super ricchi ai grandi della terra
Esteri / Djokovic ha comprato l’80% di un’azienda che lavora a una cura per il Covid