Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 12:34
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, da settembre assorbenti gratis per le studentesse

Immagine di copertina
Foto di Irina Ilina da Pixabay

La Scozia è stata il primo Paese al mondo a prendere la decisione di rendere gratuiti gli assorbenti in tutti gli edifici pubblici

Dopo la Scozia anche la Francia si appresta a garantire gratuitamente gli assorbenti alle studentesse. Dal mese di settembre questi saranno infatti disponibili gratis in appositi distributori in tutte le università e le residenze studentesche. Ad annunciarlo oggi è stata la ministra per l’Insegnamento superiore e la Ricerca, Frédérique Vidal. “Puntiamo a mettere in funzione 1.500 distributori di assorbenti e una gratuità per tutti al rientro nelle facoltà a settembre”, ha detto la ministra durante un incontro con gli studenti a Poitiers, nella Francia centro-occidentale.

Il presidente francese Emmanuel Macron aveva assunto l’impegno di garantire la gratuità degli assorbenti per le studentesse lo scorso dicembre. Ora l’annuncio ufficiale, che arriva dopo un lavoro di concertazione fra la ministra Vidal, i parlamentari e le rappresentanze studentesche.

La decisione del governo francese punta a contrastare la precarietà delle giovani universitarie. Secondo uno studio citato dall’Ansa, in Francia un terzo delle studentesse sarebbe in difficoltà ad acquistare i prodotti di igiene intima. A fine novembre la Scozia è stata il primo Paese al mondo a prendere la decisione di fornire assorbenti gratis non solo nelle università, ma in tutti gli edifici pubblici.

Leggi anche: 1. Le migliori alternative agli assorbenti usa e getta /2. La prima città del mondo che offre assorbenti gratuiti alle donne /3. L’Iva sugli assorbenti è al 22 per cento, quella sui rasoi da barba al 4 per cento: una contraddizione tutta italiana /4. Boldrini a TPI: “Abbassare l’Iva sugli assorbenti è un primo passo per rimettere le necessità delle donne al centro” /5. Chi ha deciso che le donne devono spendere più degli uomini?

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"