Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Libano, il porto di Beirut torna a funzionare dopo due settimane dalla maxi esplosione

Immagine di copertina
IL porto di Beirut riparte dopo l'esplosione che due settimane fa devastò la città

Libano, il porto di Beirut torna a funzionare dopo la maxi esplosione

Dopo poco più di due settimane dall’esplosione che martedì 4 agosto ha devastato la città di Beirut causando centinaia di morti e migliaia di feriti e sfollati, il porto della capitale del Libano torna a funzionare. Lo documenta il Corriere della Sera con un reportage sul campo. Le grandi navi hanno ripreso ad attraccare ormai già da una settimana, come riportano da Unifil (United Nations Interim Force in Lebanon) e l’Onu. E un flusso di aiuti vitali sta arrivando nella capitale per aiutare i suoi abitanti nella ripresa. Numerosi i contributi anche dall’Italia e nei prossimi giorni dovrebbe giungere nella capitale il ministro della difesa, Lorenzo Guerini.

La ripartenza del porto di Beirut è un faro di speranza in mezzo alle macerie di una città ferita, squartata. Si temeva infatti che l’intera zona portuale potesse rimanere paralizzata per mesi, se non addirittura per anni. “È una boccata d’ossigeno e di speranza”, hanno detto gli operatori commerciali. Stando ai dati ufficiali si pensa che il numero dei morti alla fine non supererà quota 200 mentre le persone che non possono tornare alle proprie case sono quasi 300.000.

Leggi anche: 1. “A Beirut, come a Damasco, è morta la speranza”: parla lo scrittore siriano Shady Hamadi /2. Libano, esplosione al porto di Beirut: incidente o attentato? Tutte le ipotesi

3. Dietro l’esplosione di Beirut il nitrato d’ammonio: cos’è e quali altri incidenti ha provocato /4. “L’esplosione di Beirut è una tragedia annunciata, quel porto è il simbolo della corruzione in Libano”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Bobi è il cane più vecchio del mondo: ha 30 anni
Esteri / La figlia di Madonna, Lourdes Leon Ciccone, è stata cacciata dalla sfilata di Marc Jacobs
Esteri / Guerra in Ucraina, Medvedev: “Useremo nucleare se Kiev colpisce regioni russe”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Bobi è il cane più vecchio del mondo: ha 30 anni
Esteri / La figlia di Madonna, Lourdes Leon Ciccone, è stata cacciata dalla sfilata di Marc Jacobs
Esteri / Guerra in Ucraina, Medvedev: “Useremo nucleare se Kiev colpisce regioni russe”
Esteri / Pentagono: un altro pallone-spia cinese, sull’America Latina
Esteri / Stati Uniti, la credevano morta ma lei si sveglia: era in un sacco per cadaveri
Esteri / Il Pallone “spia” cinese diventa un caso: il segretario di Stato Usa Blinken rinvia il viaggio a Pechino
Esteri / Irlanda, l’etichetta sul vino “nuoce alla salute” arriverà in 2-3 mesi
Esteri / Voleva uccidere la regina Elisabetta, si dichiara colpevole di tradimento
Esteri / È morto lo stilista spagnolo Paco Rabanne: aveva 88 anni
Esteri / Putin e la velata minaccia nucleare: “Chi pensa di vincere contro di noi si sbaglia. Non useremo solo mezzi blindati”