Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Elezioni in Buthan

Immagine di copertina

Dopo una campagna elettorale basata sui temi economici e sulle relazioni con l'India, il Pdp ha vinto le elezioni

Il Regno del Buthan conosce la democrazia nel 2008 e le seconde elezioni democratiche della sua storia, tenutesi il 13 luglio 2013, consegnano la vittoria al Pdp (People’s Democratic Party), che sostituirà l’attuale partito di governo, il Dpt (Druk Phuensum Tshogpa).

Nel 2007 Jigme Singye Wangchuck, sovrano del Buthan, aveva volontariamente abbandonato il trono, e la stesura della prima Costituzione nazionale aveva mutato l’ assetto istituzionale del Paese nell’attuale monarchia costituzionale. Le prime elezioni avevano segnato la vittoria del Dpt, guidato da Jigmi Y Thinley, che aveva nettamente sconfitto il Pdp dell’allora 42enne Tshering To lbgay, aggiudicandosi 45 seggi su 47.

I giorni scorsi la situazione si è rovesciata: l’affluenza elettorale ha raggiunto il 60 per cento e questa volta il Pdp si è aggiudicato 32 seggi, lasciandone solamente 15 al Dpt che passa all’opposizione.

Gli elementi vincenti della campagna elettorale del Pdp sono stati la denuncia delle difficoltà economiche del Paese e l’accusa, rivolta contro il Dpt, di aver deteriorato le relazioni con l’India, storico alleato e partner commerciale del Buthan sin dai tempi del Raj britannico.

La recente massiccia riduzione delle forniture di gas e cherosene da parte dell’India, e il conseguente aumento dei prezzi dei combustibili, ha alimentato la polemica del Pdp contro l’ex partito di governo, probabilmente influenzando il voto della popolazione.

Questa frattura con i vicini indiani è stata a lungo oggetto di speculazioni e accuse da parte dell’opposizione, che biasimava i tentativi del Dpt di aprire un colloquio con la Repubblica Popolare Cinese, con cui il Regno non aveva mai intrattenuto relazioni diplomatiche. Questa timida apertura alla Cina da parte del Buthan può avere corrotto le relazioni con l’India, che da anni tenta di contenere l’assedio geopolitico e la forte concorrenza commerciale dell’impero celeste.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown