Covid ultime 24h
casi +19.644
deceduti +151
tamponi +177.669
terapie intensive +79

Egitto: Zaki trasferito in un’altra stazione di polizia. La famiglia lo vede per meno di un minuto: “Non è stato maltratto”

Intanto è stata fissata per il 15 febbraio l'udienza in cui verrà discusso l'appello presentato dai legali del giovane, che chiedono la scarcerazione immediata dello studente

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 13 Feb. 2020 alle 18:37 Aggiornato il 13 Feb. 2020 alle 18:40
130
Immagine di copertina

Egitto: lo studente Zaki trasferito in un’altra stazione, la famiglia lo vede

Patrick George Zaki, lo studente arrestato in Egitto lo scorso 8 febbraio, è stato trasferito in un’altra stazione di polizia dove ha ricevuto una breve visita della famiglia.

A riferirlo è l’Ong Eipr, secondo cui il giovane è stato trasferito dalla stazione di Mansura-2, dove si trovava dal giorno del fermo, a quella di Talkha, che si trova a breve distanza.

Qui, la famiglia e i legali di Eipr hanno potuto visitarlo per meno di un minuto.

Il ricordo della mamma di Giulio Regeni

Secondo quanto riferito, le condizioni di detenzione di Zaki sono meno “favorevoli” rispetto all’altro luogo, mentre i legali fanno sapere che lo studente “non è stato maltratto”.

La Procura di Mansoura, intanto, ha fissato a sabato 15 febbraio un’udienza per discutere l’appello presentato dai difensori di Zaki contro la decisione delle autorità egiziane di trattenere il giovane in custodia per 15 giorni.

Se il ricorso verrà accolto, Patrick George Zaki verrà scarcerato, altrimenti dovrà attendere l’udienza già fissata al 22 ottobre in cui i giudici dovranno decidere se prorogare o meno la custodia cautelare per altri 15 giorni.

Leggi anche:

Studente arrestato in Egitto, testimonianza esclusiva dal Cairo: “Vi racconto il vero motivo per cui hanno incarcerato il mio amico Patrick”

“Torturato per ore, Al Sisi lo faccia tornare in Italia”: la collega dello studente arrestato in Egitto a TPI

ESCLUSIVA TPI: ecco le accuse contro Patrick George Zaki, lo studente arrestato oggi in Egitto

Libertà per Patrick Zaki, il ragazzo fermato al Cairo (illustrazione di Gianluca Costantini)

Regeni, 4 anni dopo: tutta la fuffa della politica che ci ha preso in giro (di L. Tomasetta)

130
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.