Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:29
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Bufera social su Dior, si è scusata per aver escluso Taiwan dalla mappa della Cina

Immagine di copertina

La maison Christian Dior si è scusata per aver escluso Taiwan dalla mappa della Cina

Christian Dior offre le sue scuse per la mancata inclusione di Taiwan nella mappa della Cina, nel corso di una presentazione fatta nell’università Zhejiang Gongshang nella città di Hangzhou.

La maison di moda francese è l’ultimo grande brand internazionale a finire nella bufera per Taiwan o per altri temi molto sensibili, come Hong Kong, rimbalzati subito sui social media.

Il gruppo parigino ha presentato le sue “profonde scuse” per quello che ha definito “un errore nella rappresentazione”, affidandosi a una nota in cui affermato che “da sempre rispetta e mantiene il principio dell’Unica Cina, tenendosi strettamente alla sovranità e all’integrità territoriale cinese e avendo a cuore i sentimenti del popolo cinese”.

Il messaggio è stato oggi tra i primi 10 argomenti più trattati e ricercati su Weibo, la popolare piattaforma di social network in mandarino. E allo stesso tempo, ha causato le proteste di Taipei per la “immotivata ragione” di presentare le scuse sulla mappa: Pechino considera Taiwan una provincia ribelle, destinata a riunirsi alla madrepatria anche con la forza, se necessario.

Apple rimuove l’app usata dai manifestanti di Hong Kong dopo le proteste della Cina
Ti potrebbe interessare
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Influenza aviaria, la preoccupazione dell’Oms per la trasmissione tra umani
Esteri / Media: “Hamas valuta l’ipotesi di lasciare il Qatar”. Bombardata in Iraq una base filo-iraniana
Esteri / Israele ha lanciato un attacco contro l’Iran: colpita una base militare a Isfahan. Media: “Teheran non pianifica una ritorsione immediata”. Blinken: "Usa non coinvolti"
Esteri / Germania, arrestate due spie russe che preparavano sabotaggi
Esteri / Brasile, porta il cadavere dello zio in banca per fargli firmare un prestito: arrestata
Esteri / Michel: “Iran è una minaccia non solo per Israele, va isolato”. Teheran: “Potremmo rivedere la nostra dottrina nucleare di fronte alle minacce di Israele”
Esteri / La scrittrice Sophie Kinsella: “Ho un cancro al cervello, sto facendo chemioterapia”
Esteri / Serie di attacchi di Hezbollah al Nord di Israele: 18 feriti. Tajani: “G7 al lavoro per sanzioni contro l’Iran”. Netanyahu: “Israele farà tutto il necessario per difendersi”
Esteri / Copenaghen, distrutto dalle fiamme gran parte dell’edificio della Borsa | VIDEO
Esteri / L’Iran minaccia l’uso di un’arma “mai usata prima”. L’Onu: “Sono 10mila le donne uccise a Gaza dall’inizio della guerra, 19 mila gli orfani”