Me
HomeEsteri

David Sassoli presidente del Parlamento europeo: il duro commento di Matteo Salvini

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 3 Lug. 2019 alle 15:55 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 00:42
Immagine di copertina

David Sassoli presidente del Parlamento europeo: il commento di Matteo Salvini

Salvini news – Dopo l’elezione di David Sassoli come nuovo presidente del Parlamento europeo è arrivato il commento di Matteo Salvini.

Il leader della Lega ha detto la sua in una diretta Facebook, proposta sul suo profilo prima di recarsi alla Camera per il Question time.

“Il parlamento Europeo – ha dichiarato Salvini – ha appena eletto un parlamentare del Pd presidente”.

“Un ex giornalista della Rai, anzi magari ancora con il contratto giornalistico della televisione pubblica, che fa il presidente del Parlamento europeo per la sinistra”.

“Una bella elezione rispettosa del voto degli italiani e degli europei” ha ironizzato il ministro dell’Interno, che ha sottolineato come la Lega abbia votato contro l’elezione di Sassoli.

“Bello avere uno di sinistra a presiedere – ha continuato Salvini – magari eletto pure con i voti del centrodestra”.

“Noi abbiamo detto no ad un presidente della Commissione socialista e abbiamo detto no a un altro uomo di sinistra presidente del Parlamento europeo”.

“L’asse franco-tedesco si sta spartendo un po’ di poltrone ma noi, come italiani, ci siamo e ci saremo, non abbiamo tanti amici tra i poteri forti però ci faremo sentire”.

Salvini news – Successivamente, Salvini ha fatto un parziale dietrofront. Ai giornalisti che in Transatlantico gli chiedevano di commentare i nuovi vertici europei, il vicepremier ha risposto: “Vediamo come partono, non voglio dare pregiudizi”.

“Anche se Sassoli – ha affermato il leader della Lega – aveva parlato di un cordone sanitario contro la Lega e i populisti che non mi sembra esattamente l’approccio più democratico per un presidente”.

Salvini, adesso la beffa è completa: in Ue trionfano Merkel, Macron e il PD. Non poteva andarti peggio

L’emozionante discorso del nuovo presidente del Parlamento europeo