Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Addio a Green Pass e mascherine: così l’Europa prepara il ritorno alla normalità

Immagine di copertina
Credit: EPA/IAN LANGSDON

Addio a Green Pass e mascherine: l’Europa prepara il ritorno alla normalità

L’Europa prepara il ritorno alla normalità eliminando gradualmente le restrizioni anti-Covid, a partire dall’abolizione del Green Pass e dall’obbligo di indossare le mascherine.

Sempre più Paesi del Vecchio Continente, infatti, stanno disegnando una road map, che dovrebbe concludersi con il ritorno alla vita pre-Covid, ovvero senza alcuna restrizione.

A fare da apripista, come già avvenuto nei mesi scorsi, è il Regno Unito. Nella giornata di mercoledì 9 febbraio, infatti, il premier Boris Johnson ha annunciato una possibile “normalizzazione entro fine febbraio”.

I contagi in Inghilterra sono in calo da settimane, così come i decessi e i ricoveri ospedalieri. Motivo per cui il governo inglese è intenzionato ad “abbandonare le ultime restrizioni, compreso l’obbligo di isolamento per i positivi, un mese in anticipo”.

La fine delle restrizioni, infatti, nel Regno Unito era prevista per il 24 marzo, ma, così come dichiarato da Johnson, il 21 febbraio potrebbe essere già annunciato un ritorno alla vita pre-Covid con un piano apposito che verrà presentato dal Primo Ministro volto a “convivere con il virus”.

Sempre nella giornata di mercoledì 9, il portavoce del governo francese ha dichiarato che “tra la fine di marzo e l’inizio di aprile” si potrebbe revocare il pass vaccinale “e magari anche avanzare sulla questione della mascherina. C’è un inizio di miglioramento negli ospedali e ci sono proiezioni che possono farlo sperare”.

In Francia, l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto è stato già tolto il 2 febbraio scorso, mentre il 16 febbraio riapriranno concerti e discoteche.

In Polonia l’obbligo di mascherina al chiuso potrebbe presto diventare una semplice “raccomandazione”, mentre in Repubblica Ceca già da oggi, giovedì 10 febbraio, non sarà più necessario il certificato vaccinale per entrare nei locali pubblici. “E dal 1° marzo salterà la maggioranza delle altre restrizioni anti-Covid ancora in vigore” ha promesso il premier Petr Fiala.

La Danimarca ha già rinunciato da tempo a Green Pass e mascherine con la Svezia che ha annunciato l’avvio di una “nuova fase”.

Anche in Italia si studia un percorso simile: da domani, venerdì 11 febbraio, intanto, in tutta Italia non vi sarà più l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto e, al contempo, riaprono sale da ballo e concerti.

Dall’1 aprile, invece, giorno seguente la scadenza dello stato di emergenza che il governo sarebbe intenzionato a non prorogare, potrebbe essere eliminato anche l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione al chiuso con l’utilizzo del Green Pass che potrebbe essere gradualmente abolito.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL COVID IN ITALIA E NEL MONDO
TUTTI I NUMERI SUL COVID NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Di Maio: “Bisogna tenere aperto un canale con Mosca”
Esteri / Strage di Buffalo, anche Luca Traini tra i modelli citati dal 18enne suprematista bianco
Esteri / Britney Spears annuncia di aver perso il bambino che aspettava con Sam Ashgari
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Di Maio: “Bisogna tenere aperto un canale con Mosca”
Esteri / Strage di Buffalo, anche Luca Traini tra i modelli citati dal 18enne suprematista bianco
Esteri / Britney Spears annuncia di aver perso il bambino che aspettava con Sam Ashgari
Esteri / Ucraina: i corpi di soldati russi caricati sui treni frigo | VIDEO
Esteri / Croazia, abortire è quasi impossibile: migliaia in piazza per protestare contro i medici obiettori
Esteri / “Non avvicinatevi al tavolo…”: la “vendetta” dei Maneskin verso la Francia
Esteri / In nomine Putin: Kirill, il chierichetto dello Zar che giustifica la guerra in Ucraina
Esteri / Usa, 18enne uccide 10 persone in un supermercato di Buffalo in diretta streaming: è un “suprematista bianco”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "I negoziati non possono riguardare i miliziani Azov". Svezia, partito al governo approva candidatura Nato
Economia / Cingolani: “Siamo in economia di guerra, non di mercato”