Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Coronavirus: il fumo protegge dal Covid-19? L’ipotesi in uno studio francese

Immagine di copertina

L'ipotesi, che nasce dalla bassa percentuale di tabagisti su un campione di ricoverati al Covid-19, va contro tutti gli studi clinici che fino ad ora hanno indicato i fumatori tra i soggetti più a rischio

Coronavirus: il fumo protegge dal Covid-19? L’ipotesi in uno studio francese

Il fumo potrebbe avere un effetto protettivo dall’infezione del Coronavirus: l’ipotesi è stata avanzata in uno studio francese realizzato su un campione di persone risultate positive al Covid-19. La tesi va contro tutte le convinzioni scientifiche espresse fino ad ora, ovvero che fumo e obesità aumentino la letalità del Coronavirus. Secondo quanto riferisce l’agenzia France Press, ad aver spinto i ricercatori ad approfondire questa ipotesi attraverso dei test con cerotti alla nicotina che verranno effettuati a breve dall’ospedale parigino di La Pitié Salpêtrière, è stato il fatto che tra i ricoverati per Covid-19 nei vari ospedali del mondo vi fosse un numero ridotto di fumatori abitudinari. In Francia, inoltre, su 350 pazienti positivi al Coronavirus, solo il 5 per cento erano dei fumatori.

Il Brasile scava fosse comuni per le vittime del Coronavirus

Secondo Zahir Amoura, professore di Medicina e autore della ricerca in questione, “tra i fumatori ci sarebbe 80% di pazienti Covid-19 in meno rispetto al resto della popolazione generale dello stesso sesso e della stessa età”. Amoura, che è un esperto dei recettori della nicotina, ha quindi ipotizzato che “fissandosi sul recettore cellulare utilizzato anche dal Coronavirus, la nicotina gli impedisca o lo trattenga dal fissarsi, bloccando così la sua penetrazione nelle cellule e il suo propagarsi in tutto l’organismo”. Per dimostrare la validità di questa tesi, il team guidato da Amoura effettuerà dei test con dei cerotti alla nicotina con dosaggi e modalità diverse. I test, dunque, saranno preventivi per capire se possono funzionare per proteggere il personale medico-sanitario e terapeutici su pazienti ricoverati per tentare di diminuire la sintomatologia e sui pazienti gravi in rianimazione.

La ricerca ha ovviamente creato più di una perplessità tra medici e scienziati dal momento che studi clinici fino ad ora hanno indicato nel fumo uno dei fattori di rischio nell’aumentare la letalità del Covid-19. Oltre al fatto che, aldilà del Coronavirus, il fumo può causare numerose malattie: prime fra tutte il cancro ai polmoni. “È pericoloso anche solo ventilare che una pessima abitudine, come il vizio del fumo, possa aiutare a fronteggiare quella che oggi è la principale emergenza epidemica” ha dichiarato all’Agi Giovanni Maga, direttore dell’Istituto di Genetica Molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Pavia.

Leggi anche: 1. Coronavirus, la storia del laboratorio di Wuhan al centro di dubbi e sospetti sin dalla sua nascita / 2. Uno studio conferma: il fumo è correlato alle forme più gravi di Coronavirus

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Putin minaccia l’Occidente: “Fa rischiare la guerra nucleare”
Esteri / Pena di morte in Usa, boia non trova la vena dopo 8 tentativi: stop all’esecuzione
Esteri / Gaza, 104 morti fra la folla in fila per la farina. Hamas: “Spari rischiano di far saltare negoziati”. Onu: “Crimini di guerra da entrambe le parti”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Putin minaccia l’Occidente: “Fa rischiare la guerra nucleare”
Esteri / Pena di morte in Usa, boia non trova la vena dopo 8 tentativi: stop all’esecuzione
Esteri / Gaza, 104 morti fra la folla in fila per la farina. Hamas: “Spari rischiano di far saltare negoziati”. Onu: “Crimini di guerra da entrambe le parti”
Esteri / Ungheria: “Sorprendono le interferenze italiane sul caso Salis”
Cronaca / Allarme degli 007: “Campagna ibrida russa contro l’Italia, attenzione alle elezioni”
Esteri / La moglie di Alexei Navalny: “Putin è un mafioso sanguinario, non un politico”
Esteri / Guerra Israele-Hamas, le ultime notizie. Bozza di tregua ad Hamas: 40 ostaggi per 400 palestinesi. | DIRETTA
Esteri / Arabia Saudita, giustiziate 7 persone per “terrorismo”
Esteri / Alain Delon, sequestrate 72 armi nella sua casa di campagna
Esteri / Arrestato a Mosca l’avvocato che ha aiutato la madre di Alexei Navalny a riavere il corpo