Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Come sono cambiate le mascherine dall’influenza spagnola al coronavirus | FOTO D’EPOCA

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 7 Mar. 2020 alle 18:36 Aggiornato il 9 Mar. 2020 alle 13:54
281
Immagine di copertina

1918, foto d’epoca di mascherine usate durante l’influenza spagnola

Nel 1918 la cosiddetta influenza spagnola infettò circa 500 milioni di persone in tutto il mondo, un terzo della popolazione mondiale, e secondo le stime circa 100 milioni di persone morirono durante la pandemia: le foto d’epoca delle mascherine indossate per proteggersi dal virus ricordano scene che viviamo anche oggi alle prese con l’epidemia di coronavirus. Nel caso dell’infleunza spagnola, i primi focolai furono rilevati in Europa, negli Stati Uniti e in alcune parti dell’Asia, ma il virus si diffuse rapidamente in tutto il pianeta.

L’influenza si chiama “spagnola” non perché la Spagna registrò il maggior numero di vittime o fu il primo vero focolaio del virus, ma perché il Paese, che in quel periodo non stava combattendo la Prima Guerra Mondiale, non era soggetta alla censura di guerra e per questo fu la prima a dare la notizia dell’esistenza dell’epidemia. Negli altri paesi la rapida diffusione del virus fu tenuta nascosta dai mezzi d’informazione che ne parlavano come di un’epidemia circoscritta alla Spagna.

All’epoca non esistevano farmaci o vaccini contro questo virus, e per questo furono adoperati alcuni dei rimedi che anche oggi vengono utilizzati per contenere l’epidemia di coronavirus, di cui allo stesso modo non si conosce il vaccino: tra questi, le mascherine e la quarantena. Scuole, teatri e esercizi commerciali furono chiusi per settimane. Il tasso di mortalità dell’influenza spagnola era molto alto, e – a differenza del coronavirus – la malattia colpiva prevalentemente giovani adulti precedentemente sani, anche perché, in tempi di guerra, gli ospedali erano sovraffollati e il livello d’igiene molto basso. I decessi, dunque, erano causati nella maggior parte dei casi alle complicazioni dovute alle condizioni precarie dei ricoveri.

Foto d’epoca delle mascherine indossate durante l’influenza spagnola

Foto d’epoca delle mascherine indossate durante l’influenza spagnola

Leggi anche:

1.Sempre più politici hanno il coronavirus: ecco perché e cosa ci raccontano i casi di Zingaretti e degli altri 2. “Coronavirus, il tempo sta per scadere: ecco qual è la vera emergenza secondo i dati” / 3. Coronavirus: basta con le mezze misure, fermiamoci tutti. Il nord Italia stia in quarantena modello Wuhan /4. Allarmismo da Coronavirus? Lasciate perdere i giornali, la colpa è delle istituzioni (di G. Gambino) /

281
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.