Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

La provincia di Hubei, in Cina, ha vinto la sua battaglia contro il Coronavirus: oggi finisce l’isolamento

Dopo due mesi di chiusura totale, non ci saranno più restrizioni alla mobilità. A Wuhan rimangono invece in vigore fino all'8 aprile

Di Carmelo Leo
Pubblicato il 24 Mar. 2020 alle 08:01 Aggiornato il 24 Mar. 2020 alle 15:07
1.6k

Coronavirus, in Cina oggi la fine dell’isolamento nella provincia di Hubei

Sono stati due mesi durissimi, una lunga e soprattutto lenta battaglia contro il Coronavirus, ma adesso il peggio sembra alle spalle e si intravede davvero uno spiraglio di luce: da oggi – martedì 24 marzo 2020 – nella provincia interna dello Hubei in Cina finisce infatti il periodo di isolamento imposto dal governo per bloccare la diffusione dell’epidemia. Hubei – l’area cinese che è stato il focolaio del Covid-19 con decine di migliaia di contagi – torna così lentamente alla vita, con l’eccezione della città di Wuhan, che rimarrà invece in isolamento fino all’8 aprile.

A stabilire la parziale riapertura dello Hubei è stato il centro per la prevenzione e il controllo dell’epidemia nella provincia. Già a partire dalla mezzanotte di oggi, le 17 in Italia, saranno revocate le restrizioni alla mobilità: chi vorrà, potrà lasciare la città. L’importante è che sia munito del codice verde sanitario che ne attesta il buono stato di salute. La decisione delle autorità cinesi di interrompere il rigido cordone sanitario di questi mesi arriva dopo un periodo di transizione in cui si è assistito a un graduale allentamento delle restrizioni.

Secondo gli ultimi dati, diffusi ieri, in Cina sono stati confermati 78 nuovi casi di Coronavirus (31 solo a Pechino): 74 di questi sono stati importati dall’estero, mentre solo 4 sono stati sviluppati localmente. Di questi ultimi, solo un contagio è avvenuto a Wuhan, dopo cinque giorni consecutivi in cui non erano stati registrati nuovi casi nella città focolaio del Covid-19. Il totale dei contagi importati è così salito a 427. Il totale dei casi in Cina risulta pari a 81.171 e quello dei morti è pari a  3.277.

Leggi anche:

1. Il primario di Piacenza che vuole fare tamponi casa per casa / 2. Il sindaco Gori fa rientrare le figlie dal Regno Unito: “Più sicure qui a Bergamo” / 3. Romano 29enne contagiato in Trentino: “C’era gente scappata dalle zone rosse per sciare”

4. La fidanzata di Rugani della Juve a TPI: “Il tampone? Sono venuti a farmelo a casa. Nessuna via preferenziale, il trattamento è uguale per tutti” / 5. Coronavirus, cambia di nuovo il modulo per l’autocertificazione / 6. Parla il paziente 1: “Da questa malattia si può guarire. Restate a casa” | AUDIO

TUTTE ULTIME LE NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

1.6k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.